UTA prima vittoria al piano di sopra

Battuti i Grizzlies Roma (26-20) dopo una grande rimonta

“Ci serviva rompere il ghiaccio, specialmente per una questione mentale. La difesa ha fatto come al solito un gran lavoro, mentre l’attacco è stato più consistente”. A fine partita coach Francesco Sclafani è raggiante: non solo perché i Ranocchi Uta centrano la prima vittoria in A1, ma anche per come la sua truppa è stata capace di ribaltare la sfida. Cominciata con uno shock: l’ex giocatore pesarese Ifrain Silot acchiappa al volo il kick-off iniziale e s’invola a segnare il primo touch-down. Quindi un bel passaggio del qb dei Grizzlies a Dula consente il bis: 13-0, perché Roma fallisce la trasformazione. Ma, invece di deprimersi, stavolta i Ranocchi UTA tirano fuori la grinta. Chase Venuto trova Spada che lo ripaga accorciando le distanze (13-6, il suo calcio non va).


Poi un episodio cambia definitivamente la gara: il qb americano di Uta s’infortuna al torace dopo un colpo subìto e deve lasciare il campo. Fa il suo debutto così al piano di sopra Aldo Fiordoro. La sua intesa, vecchia di anni, con Matteo Spada fa il resto: il regista italiano lo mette in ritmo mandandolo a segno prima per il pareggio a 57” dalla fine del primo quarto (13-13), quindi all’inizio del 2° periodo per il vantaggio (20-13). La squadra di casa si esalta, la difesa tiene e non consente più niente ai Grizzlies, così stavolta tocca a Frazzetto metterci la firma con una bella ricezione a 10 yards dall’end-zone, dove penetra con un’eccellente finta per depositare la palla del 26-13.

Si va all’intervallo in un clima di esaltazione che produce un piccolo rilassamento e costa la segnatura ospite nel terzo quarto col qb Watkins che sorprende la difesa con una corsa. Ma poi nell’ultimo quarto lo spettacolare intercetto di Kendall, autore di un’altra grande prestazione, cancella le residue speranze dei Grizzlies. Ora la pausa: “Che sfrutteremo per recuperare i nostri infortunati e affinare la nostra intesa” promette Sclafani. Ma lavorare sodo con in bocca il dolce sapore della prima vittoria sarà un piacere.

L’ufficio stampa

 

UTA in cerca di riscatto: Domenica contro i Grizziles

Ranocchi UTA ancora in casa, alle 14 al campo scuola

Il calendario concede subito un’altra opportunità casalinga ai Ranocchi UTA per rifarsi. Domenica arrivano i Grizzlies Roma, squadra ben conosciuta perché neo-promossa due anni fa e quindi a lungo avversaria dei pesaresi al piano di sotto. Fra l’altro, nelle fila dei capitolini figura anche un ex, il cubano Ifrain Silot.
“Una squadra giovane ed agguerrita, che su un tessuto italiano veloce e compatto ha inserito due americani ed un cubano – avverte Alessandro Angeloni, offensive assistant coach -. Sarà una battaglia, ma una battaglia alla nostra portata, a patto di evitare gli errori commessi finora, a volte per insicurezza, a volte per inesperienza, fattori che non ti fanno stare concentrato”.


Che cosa finora non ha funzionato e su cosa si deve fare un passo avanti, secondo l’assistant coach di Uta?
“In queste due prime partite credo che ancora paghiamo lo scotto della promozione perché la stragrande maggioranza dei nostri giocatori non ha mai calcato i campi della Ifl. Inoltre, la stagione vincente dell’anno scorso ci ha abituato ad essere la squadra da battere e invece questo atteggiamento psicologico va ribaltato – invita Angeloni -. Eravamo i favoriti, quindi abituati a difenderci, adesso siamo noi a dover attaccare: la cattiveria dev’essere diversa, bisogna abituarsi a soffrire, a lottare e anche a perdere senza avvilirsi. Insomma va ricostruito uno stato mentale perché crediamo che lo spessore tecnico per fare qualcosa di buono ce l’abbiamo”.

L’ufficio stampa

 

Ultima di regular season coi Grizzlies Roma

Week-end intenso per i Ranocchi Angels che ospitano sabato sera alle 20 i campioni d’Italia in carica dei Grizzlies Roma per l’ ultima di regular season e lanciano domenica la nuova squadra di flag football.

Ultima di regular season
Sabato sera, 31 maggio, alle 20 i pesaresi tornano al campo sportivo di Vismara dove avevano affrontato la John Carroll University “con la speranza di ritrovare lo stesso pubblico e la stessa atmosfera sugli spalti” si augura coach Pippi Moscatelli. Ha bisogno di spinta la sua squadra, decimata in difesa dalle assenze di Piermaria, Cortesia e Raggioli mentre in linea d’attacco mancherà Nanni. “Dovremmo recuperarli tutti in vista dei playoff, ma intanto vogliamo fare l’impresa contro i Grizzlies: innanzitutto per l’orgoglio – sottolinea Pippi – e poi perché, battendola, lasceremmo fuori Roma dai playoff, togliendoci una potenziale avversaria molto forte per la corsa al titolo della Lenaf”. Reduci dall’inatteso scivolone di Padova, gli Angels hanno voglia di riscatto: “Ho visto buoni allenamenti questa settimana.

U18_Angels_vs_Grizzlies

E poi non c’è niente da fare, devo ammettere che i miei sono più concentrati e rabbiosi contro le avversarie di prestigio, per questo sono convinto che sabato sera faremo una grande partita. Voglio rivedere gli spalti di Vismara pieni di gente: non li deluderemo”.

 

L’Ufficio stampa
Elisabetta Ferri

Campionato U18 – Esordio amaro contro i Grizzlies

Esordio amaro degli Angels nel campo di casa.

È stato un battesimo del nuovo campo al Caprilino che lascia gli Angels dell`under 18 con un po` di rammarico quello che si è svolto sabato 20 Ottobre contro i campioni romani dei Grizzlies.

Gli Angels sono partiti troppo spenti perdendo punti importanti all`inizio che, anche con un esaltante seconda parte della gara, non sono riusciti a colmare, anche se sono arrivati a soli 3 punti dagli avversari sul finale.

È stata comunque una bella partita quella per il secondo posto del girone terminata alla fine 33-24 per i romani.

Gli Angels, ancora privi di qualche pedina importante, hanno cominciato la partita ancora un po` addormentati, e sono stati costretti ad inseguire colpo su colpo i touch down dei Grizzlies.

Nel secondo quarto già la squadra reagiva bene e chiudeva il primo tempo sotto di 8 punti.

Nell’intervallo coach Moscatelli dà la carica ai suoi che entrano in campo più determinati. La difesa mette a segno alcune buone giocate, in evidenza il capitano Giovanni Garofalo, Emanuele Verni, Tommaso Maltoni e Cesare Leonardi che con i loro placcaggi hanno fermato l`attacco romano in più di un`occasione. In linea grande lavoro di Erik Valeri, alle sue prime esperienze coadiuvato dal veterano Riccardo Valentini, nonostante la stanchezza del doppio ruolo. Da notare i bei placcaggi del rookie Toni Matteo e il bel fumble recuperato da Cesare Morelli.

L`attacco ha mostrato una maggiore costanza durante la partita rispondendo colpo su colpo alle segnature dei Grizzlies. Purtroppo l`ultimo drive a -3 dai romani che avrebbe potuto segnare il sorpasso definitivo, non riesce all`attacco bianco blu che esce dal campo lasciando la palla agli avversari che poi allungheranno il loro vantaggio a 9 punti con l`ultima segnatura della partita a meno di 2 minuti dalla fine.

Il problema del nostro attacco“, commenta Alessandro Angeloni, Offensive Coordinator, “non sono le prestazioni degli atleti, che sono state invece fenomenali in certi frangenti. Purtroppo è l`inesperienza il nostro più grande nemico, alcuni piccoli errori individuali fanno inceppare i delicati meccanismi dell`attacco, ma i ragazzi hanno la mentalità giusta e sono sicuro che nel girone di ritorno le cose cambieranno, abbiamo dimostrato di poter tenere testa a tutti.

Ottima prova del Quarterback tornato in cabina di regia Nicola Cecchini che ha trovato con i ricevitori delle buone giocate. Tre dei quattro TD segnati dagli Angels vengono da connessioni aeree, la prima con Diego Marinelli, un`altro esordiente autore di una bella ricezione terminata in meta dopo una lunga galoppata, poi è stata la volta di Alex Bianchini che leggermente infortunato ha stretto i denti segnando anch`egli su un lungo lancio. Infine l`ultimo di Emanuele Verni che ha ricevuto una traccia esterna e si è buttato poi in end zone. Il terzo TD è stata una corsa devastante di Tommaso Maltoni che ha tagliato in due la difesa seguendo gli ottimi blocchi della linea d`attacco e del Fullback. “La linea oggi ha alternato buone giocate con errori di assegnamento” le parole di Jacopo Cortesia, assistente per le linee, “all’inizio abbiamo faticato ad adattarci ai loro cambiamenti del fronte difensivo ma quando abbiamo trovato il bandolo della matassa siamo riusciti a bloccarli bene e a correre ottimamente“.

Anche l`altro Running back Daniel Zamfir ha fatto vedere ottime corse ottenendo buoni guadagni.

Purtroppo oggi potevamo vincere“, è il commento dell`head coach “Pippi” Moscatelli, “se fossimo entrati più determinati dall’inizio il risultato sarebbe potuto concludersi a nostro favore. Siamo comunque molto soddisfatti, loro sono un`ottima squadra, vincitori dello scorso anno hanno parecchi bravi giocatori. Inoltre abbiamo visto un grande carattere ed un grande cuore nei nostri ragazzi che hanno reagito e hanno rimontato fino ad arrivare a poter vincere questa partita.

Ora un turno di riposo attende i Ranocchi Angels che metteranno a punto gli schemi per il girone di ritorno che riprenderà domenica 4 novembre alle 14 al campo Caprilino di via Gagarin contro i Ravens di Imola.

U18_Angels_vs_Grizzlies
[foto R. Verni]