Ranocchi UTA , settimo sigillo

Settimo sigillo per i Ranocchi Uta che, sbancando il campo dei Seahawks Bologna per 14­ a 0, si sono garantiti il diritto a saltare gli ottavi di finale playoff. Non solo: grazie al risultato arrivato da Castelfranco, dove i Saints Padova hanno battuto i Cavaliers, i ragazzi di Sclafani hanno avuto anche la certezza di poter disputare i quarti di finale in casa, naturalmente se la prossima partita con Ravenna rispetti gli abbastanza rosei pronostici.

Ranocchi UTA , settimo sigillo

Il match di Bologna, giocato sabato sera, è cominciato con un’ora di ritardo per un temporale scatenatosi poco prima dell’inizio. A causa dei numerosi fulmini, gli arbitri hanno trattenuto le squadre negli spogliatoi sino alle 22. Ma la lunga attesa non ha distratto gli Uta, entrati in campo con la giusta carica. Tanto che la difesa ha costretto subito i bolognesi ad un fumble che ha regalato palla all’attacco guidato da Fiordoro a poche yard dalla end­zone. Il touch­down è arrivato per mano di Catellani che, seguendo gli ottimi blocchi della linea offensiva, varcava la goal ­line per i primi 6 punti, pochissimi minuti dopo l’inizio.

La difesa, che ha condotto una partita magistrale ­ cogliendo anche due intercetti con Canuti e Abbondanza ­ si ripete al rientro in campo, guidata da Calbucci, altro super veterano, riconquistando l’ovale, che ancora Catellani converte in altri 6 punti. Si va all’intervallo sul 14­ a 0, punteggio che rimarrà inalterato fino al termine, nonostante Catellani sul finale violi l’area di meta bolognese per la terza volta: azione, annullata, però a causa di un fallo.

Un secondo tempo un po’ fiacco, soprattutto per l’attacco che ha sofferto a causa delle pesanti assenze, visto che tre quarti dei ricevitori erano out. Ora coach Sclafani ha due settimane per recuperare tutte le sue pedine in vista del match contro i Chiefs Ravenna che chiuderà la pratica “girone”.

Photo by Sofia Tampellini

L’ufficio stampa

UTA 32 Vipers 6

13164198_10206562265439927_3157696846263910787_n

Ancora un successo per i ragazzi di Uta che fanno valere la loro superiorità contro i Vipers Modena. A due giornate dalla fine della stagione regolare, basta una vittoria per accedere direttamente ai quarti di finale playoff saltando gli ottavi, le cosiddette wild-card, sempre insidiose. I Ranocchi UTA hanno sparato tutte le cartucce nel primo tempo, scoppiettante e grintoso. Apre un field-goal di Spada, quindi va a segno Gualandi. Allarga il vantaggio il solito Angeloni (16-0), poi arriva un altro field-goal di Spada con in campo lo Special Team, quindi Angeloni si ripete fissando sul tabellone il 26-0.

13131167_10208850427968613_2825133464443840_o

Le ‘vipere’ non ci stanno, vogliono almeno il punto della bandiera che arriva con un lancio di circa 60 yards del quarterback modenese. Uta però reagisce subito, con Fiordoro che sigla uno spettacolare td saltando in volo la difesa per il 32-6. Nella ripresa il punteggio non subirà variazioni e coach Sclafani, nonostante sia soddisfatto del ruolino di marcia (6 vittorie e 0 sconfitte) striglia la truppa: “Non va bene pensare che tanto possiamo vincere anche senza spingere sull’acceleratore, perché nei playoff non sarà così. E io invece voglio che la mia squadra sia pronta per la fase decisiva dove vogliamo andare a prenderci il nostro premio”. Intanto si preparano per la sfida di Bologna di sabato prossimo.

L’ufficio stampa

 

Ranocchi UTA di scena finalmente a Pesaro

L’alternarsi delle sedi dovuta all’unione tra Angels e Titans ha tenuto lontano il football giocato da Pesaro per diverse settimane. E’ quindi con grande voglia che i Ranocchi tornano a calcare il terreno del camposcuola di via Respighi, domenica alle 15,30 contro i Vipers Modena. Ancora imbattuta, grazie anche alla difesa meno perforata di tutta la serie A2, la squadra di coach Sclafani recupera oggi Filippo Piermaria, che rientra dopo due mesi: “E non vedo l’ora di dare respiro ai miei compagni” dice il veterano pesarese.

13139089_1203404939699846_777228375973491230_n

Intanto, è partita la scuola di football che ogni martedì e venerdì pomeriggio al Caprilino dà la possibilità a tanti ragazzi di provare sia il flag (senza contatto) che il tackle (con armatura). “Uno dei nostri obiettivi, oltre a rincorrere la promozione nella massima serie – specifica il presidente Frank Fabbri -, è anche quello di diffondere di nuovo e sempre più questa disciplina tra i giovani della città”. In proposito, il torneo di flag giocato il 30 aprile con 80 studenti della scuola media Olivieri apre le speranze sulla scoperta di nuovi talenti.

L’ufficio stampa

Sabato la Scuola Olivieri lancia un torneo di Flag

Sabato 30 aprile al Caprilino, con il patrocinio del Comune di Pesaro, si concluderà il progetto “Football School“. Da gennaio ad oggi, circa 80 ragazzi della scuola media Olivieri hanno imparato le basi del flag football, una disciplina che ha avuto la fortuna di farsi conoscere a Pesaro nel 2013 grazie ai campionati europei organizzati dagli Angels.

FLAG4

“Grazie alla collaborazione di Giuliana Zadra, già impegnata nel progetto scuola della fondazione per la lotta contro l’infarto, siamo riusci ad entrare all’Olivieri – racconta il presidente degli Angels, Frank Fabbri -. Due dei nostri allenatori Francesco Sclafani e Jacopo Terenzi hanno realizzato poi il progetto, iniziando a diffondere il flag nelle scuole: ora infatti siamo presenti da qualche settimana al Liceo Sportivo Marconi. Importante è stato l’ingresso dello sponsor Finanza & Futura del promotore Ermes Biagiotti, che ci ha sostenuto con attrezzature e gadget”.

Flag nelle scuole, Liceo scientifico G.Marconi

Sabato saranno presenti altri allenatori e giocatori della Nazionale di flag football maschile, che si sta preparando per i mondiali di settembre alle Bahamas: dal pesarese Enrico Leonardi, al capo allenatore Giorgio Gerbaldi, pesarese d’adozione, insieme a Massimiliano Bonomo e Massimo Fierli. Il programma prevede l’inizio del torneo alle 8.30, inframezzato da un break per la merenda offerta dal Panificio Pagnoni, quindi alle 12,30 la conclusione del torneo col saluto dell’assessore allo sport Mila Della Dora.

L’ufficio stampa

Ranocchi UTA senza freni: 47-0 ai Chiefs

Poker. I Ranocchi Uta chiudono imbattuti il girone di andata sbancando anche il campo dei Chiefs Ravenna per 47-0 e lasciando a secco l’attacco di casa. Angeloni e compagni ci tenevano a dimostrare continuità come richiesto alla vigilia da coach Sclafani che, vista la superiorità in questi match di regular-season, non vuole correre il rischio di arrivare scarichi ai playoff. La difesa, nonostante l’assenza del veterano Piermaria, non ha concesso nulla e si sono registrati anche tre intercetti, uno di Civinelli e due di Abbondanza. Mentre l’attacco ha girato alla grande.

12932980_716004185205663_4649328763480547692_n

Il qb Fiordoro ha sfruttato i punti deboli dei ravennati colpendo ripetutamente i suoi ricevitori. Il primo td degli uta è arrivato per mano di Max Catellani che al primo drive viola l’area di meta dei Chiefs. Quindi due bei td di Frazzetto su lancio chiudono il primo quarto sul 20-0. Nel secondo quarto un altro td-pass di Fiordoro su Gualandi allarga la forbice (27-0). Uta mantiene la concentrazione anche nel 2° tempo. Segna Fiordoro su corsa, poi Spada segna due volte su lancio, sfruttando le sue incredibili doti di velocista. Infine Gualandi fissa il definitivo 47-0 e c’è spazio anche per le seconde linee. Prossimo appuntamento domenica 24 aprile a Pisa contro gli Storms, per la prima del girone di ritorno.