Gli Angels passano a Forlì contro i Titans (38-13)

Conquistati i Playoff per la promozione

Obiettivo centrato. I Ranocchi sguazzano sotto il diluvio universale di Forlì, portano a casa scalpo (38-13 il risultato) e qualificazione matematica ai playoff promozione per la serie A2. Jerry Frazzetto e Alessandro Angeloni, smaltiti i rispettivi infortuni nella lunga sosta, sono stati i trascinatori della squadra pesarese che ha fatto valere atletismo e organizzazione, mettendo in luce anche le corse del runningback Marco Scola e un field-goal da oltre 30 yards infilato da Daniele Zepponi. In difesa, ottima prestazione di Anthony Di Nunzio.

Obiettivo centrato. I Ranocchi sguazzano sotto il diluvio universale di Forlì, portano a casa scalpo (38-13 il risultato) e qualificazione matematica ai playoff promozione per la serie A2. Jerry Frazzetto e Alessandro Angeloni, smaltiti i rispettivi infortuni nella lunga sosta, sono stati i trascinatori della squadra pesarese che ha fatto valere atletismo e organizzazione, mettendo in luce anche le corse del runningback Marco Scola e un field-goal da oltre 30 yards infilato da Daniele Zepponi. In difesa, ottima prestazione di Anthony Di Nunzio.


“Una vittoria eloquente, che ci dà grande soddisfazione – ammette il presidente degli Angels, Frank Fabbri – perché ottenuta contro un’avversaria che stavolta era al completo e contro la quale è sempre bello giocare: in A2 sono stati fra i nostri rivali più tosti, poi nostri compagni nella massima serie, adesso di nuovo avversari in Terza Divisione. Siamo fieri di andarci a giocare i playoff, ma ora vogliamo chiudere alla grande la stagione regolare, domenica prossima davanti ai nostri tifosi contro i Buccaneers Comacchio”.


I playoff inizieranno a giugno con le wild-card, molto probabilmente con il vantaggio del fattore campo casalingo.

Domenica in casa dei Titans Romagna: capitan Leonardi scuote la squadra

Capitan Leonardi scuote la squadra: “tener fede agli obiettivi”

Una lunga sosta, la voglia di tornare in campo e il bisogno di verificare che forma fisica, motivazioni e compattezza siano ancora le stesse dopo il primo ko stagionale contro gli Hogs e le festività che, accavallandosi, rischiano di farti perdere il ritmo gara e il giusto agonismo. Gli Angels, che domenica a Forlì rinnoveranno la storica rivalità con i Titans, sono in ansia per le condizioni di capitan Leonardi che a Reggio Emilia, nell’unica sconfitta stagionale, ha rimediato un infortunio muscolare ai limiti dello strappo: “Venerdì farò un’ecografia per capire a che punto siamo col recupero – dice il giocatore -.

capitan Leonardi

Mi sento meglio, fosse per me proverei anche, ma ancora non ho ripreso a correre e non vogliamo forzare i tempi per non rischiare”. Da leader qual è, l’azzurro pensa alla squadra, prima che a sé stesso: “La sfida con i Titans di Romagna è alla nostra portata, ma veniamo da una brutta prestazione ed è importante rinserrare le fila per tener fede agli obiettivi che ci siamo prefissati e verificare se sono ancora ben saldi” è il suo invito. I timori non sono legati all’ingresso nei playoff, quanto alla mentalità con cui approdare alla post-season: “Ormai ci siamo, ma l’importante è arrivarci bene e l’entusiasmo va tenuto vivo adesso – sottolinea con forza il capitano degli Angels – perché il livello delle squadre che si qualificheranno ai playoff è alto, le partite sono secche e non si può sbagliare”.

L’ufficio stampa

Angels ancora vittoriosi: vittoria sui Titans 32-13

Angels ancora vittoriosi

Tris di successi per gli Angels ancora vittoriosi che fanno fuori anche i Titans in una partita dove il predominio é stato netto: 32-13 il finale. Tattica diversa rispetto alle vittorie precedenti visto che Pas era febbricitante, dunque meno corse e più lanci con il qb Terenzi ad innescare Frazzetto. Portano la sua firma il primo e il terzo touch-down, mentre il secondo è una splendida azione di Leonardi che recupera un fumble e s’invola verso l’end-zone. Primo tempo già ben indirizzato, chiuso sul 19-0.

Angels Attacco

Ad inizio ripresa si fa vedere Pas, con una bella corsa che aumenta il divario fra le due contendenti. Sul 26-0 una distrazione della difesa consente a Forlì di siglare i primi punti ma poi Terenzi manda a segno anche Bianchini con un ottimo suggerimento. I Titans limitano i danni agli sgoccioli, ma senza mai impensierire i padroni di casa che nell’ultimo quarto utilizzano tutte le seconde linee. “Abbiamo provato cose nuove – conferma coach Moscatelli – quindi qualche errore ci sta ma sono molto soddisfatto. Anche perchè poter dare spazio a tutti i ragazzi mi consente poi di trovarli pronti quando servirà”. I pesaresi chiudono dunque l’andata a punteggio pieno e aspettano i Neptunes, battuti all’esordio, per continuare la cavalcata.

Angels Difesa

Angels vs Titans: Buon inizio per gli ANGELS

Debutto vincente per i Ranocchi Angels Pesaro che, sotto una pioggia battente e contro tutti i pronostici, infliggono una netta sconfitta ai Titans Forlì in quello che è ormai un classico derby della LENAF. Dopo il primo incontro con i CHIEFS RAVENNA rinviato per neve, i ragazzi di Pippi Moscatelli partono con il piede giusto battendo 12-0 i favoriti Titans.

Il punteggio avrebbe potuto essere anche più impietoso per i Titans, ma alcuni errori di inesperienza e il campo pesante dovuto alla continua pioggia (partita sospesa per fulmini) che ha caratterizzato questa domenica, hanno limitato le segnature dei pesaresi. Del resto anche un’occhiata alle statistiche conferma l’ottima prova degli Angels che, nonostante le condizioni climatiche, riescono a guadagnare 303 yards (176 su corsa e 127 su passaggio) contro le sole 103 (56 su corsa e 73 su lancio) dei romagnoli.

angels - titans 10/3713

Mentre l’attacco ha commesso qualche errore e deve ancora perfezionare alcuni meccanismi, la difesa ha disputato una partita perfetta, concedendo pochissimo agli avversari. Con due fumble strappati ai Titans e due intercetti (Crinelli e Bitelli), il reparto allenato da coach Pietro Ruggeri ha permesso all’attacco di giocare con tranquillità e agli Angels di vincere la partita senza soffrire troppo.

Ottima la prova di tutta la difesa con Gagliardi “tackle machine” e Troisi (tornato a “casa” dopo l’esperienza in Ancona) sugli scudi per la quantità e la qualità dei placcaggi.
Per l’attacco da segnalare il debutto di coach Andrea Angeloni che è riuscito ad impostare un gioco efficace anche con la pioggia ed il fango. Vista la difficoltà dell’incontro l’offensive coordinator si è affidato al fratello Alessandro, uno dei veterani della squadra, che ha risposto con una grande prestazione (157 yards corse, 1 TD e un passaggio completato), aiutato da una linea d’attacco all’altezza della situazione nonostante alcuni nuovi inserimenti . Buona anche la prova del giovane quarterback Terenzi che, nonostante le condizioni climatiche, ha completato diversi passaggi, grazie anche ai suoi ricevitori Piermaria, Frazzetto e Bianchini. Infine esordio del giovanissimo runner Maltoni che, dopo un’esaltante stagione giovanile, segna subito il suo primo touch down nella serie senior.

Sono molto orgoglioso dei miei ragazzi”, commenta alla fine della partita coach Moscatelli, “hanno lottato nel fango come dei veri guerrieri, non hanno perso mai la concentrazione e quelli che hanno esordito per la prima volta hanno dimostrato di essere dei veri Angels!
Prossimo impegno ancora più difficile per gli Angels che andranno nel campo dei Guelfi Firenze, vittoriosi contro Ravenna 14-0, ed affronteranno una delle più forti compagini del campionato.

Per me è stato un debutto assoluto”, sono le parole di Andrea Angeloni, “non è stato facile gestire l’attacco in queste condizioni. Dobbiamo ancora lavorare molto, ma siamo un gruppo unito, che si allena con impegno e si diverte insieme. Sono convinto che a Firenze potremo dire la nostra e aiutare la difesa che oggi ci ha agevolato tantissimo.

Da segnalare il debutto delle Cheerleaders che hanno intrattenuto i numerosi appassionati che nonostante la pioggia hanno seguito e sostenuto gli Angels.
Peccato per questo tempaccio che ha rovinato la festa di inizio campionato”, conclude il presidente Francesco Fabbri, fresco di nomina a delegato CONI per le Marche, “il nostro Nabil Khalafa, che quest’anno non riesce a giocare con noi, ha organizzato l’intervento delle cheerleaders e uno stand gastronomico, per rendere l’evento sportivo una festa divertente per tutti quelli che intervengono. Speriamo di essere più fortunati la prossima partita in casa che sarà il 21 aprile alle 15 contro i Guelfi Firenze.

Nabil Khalafa ha iniziato anche un importantissimo progetto nelle scuole pesaresi per l’insegnamento del Flag Football che culminerà i primi di giugno con un torneo scolastico di questa divertente disciplina.

Agli Angels il derby contro i Titans, sotto la pioggia

Esordio bagnato e fortunato per i Ranocchi Angels che abbattono i Titans per 12-0, nonostante tuoni e fulmini cadano sul camposcuola di via Respighi. Tanto che gli arbitri sospendono la partita poco prima che scada il 1° quarto. Come si sa, i fulmini sono l’unico motivo per cui può essere interrotto un match di football americano.

angels-titans-week3

Gara inizialmente abbastanza equilibrata: la difesa pesarese tiene e l’attacco non è male nonostante due intercetti subìti. Poi, a 37” dall’intervallo il veteranissimo Angeloni (classe ’71) va a segno dopo una corsa cominciata dalle 30 yards. Il calcio viene però intercettato e si va al riposo sul 6-0. Nella ripresa, poi, gli Angels esultano per il touch-down del baby Tommaso Maltoni (nato nel ’96), a conferma che il mix fra vecchi e giovani funziona, anche se fra i due che firmano la prima vittoria stagionale ci sono ben 25 anni di differenza!

Brivido nell’ultimo quarto quando i romagnoli arrivano a un soffio dalla meta, ma il nuovo innesto Christopher Waterman, figlio di un americano che vive a Imola, nega le ultime speranze agli avversari. Bel passo avanti di un gruppo in crescita, se si pensa che l’anno scorso gli Angels riuscirono a vincere solo una partita e il derby era andato sempre ai Titans.

L’Ufficio stampa
Elisabetta Ferri