UTA prima vittoria al piano di sopra

Battuti i Grizzlies Roma (26-20) dopo una grande rimonta

“Ci serviva rompere il ghiaccio, specialmente per una questione mentale. La difesa ha fatto come al solito un gran lavoro, mentre l’attacco è stato più consistente”. A fine partita coach Francesco Sclafani è raggiante: non solo perché i Ranocchi Uta centrano la prima vittoria in A1, ma anche per come la sua truppa è stata capace di ribaltare la sfida. Cominciata con uno shock: l’ex giocatore pesarese Ifrain Silot acchiappa al volo il kick-off iniziale e s’invola a segnare il primo touch-down. Quindi un bel passaggio del qb dei Grizzlies a Dula consente il bis: 13-0, perché Roma fallisce la trasformazione. Ma, invece di deprimersi, stavolta i Ranocchi UTA tirano fuori la grinta. Chase Venuto trova Spada che lo ripaga accorciando le distanze (13-6, il suo calcio non va).


Poi un episodio cambia definitivamente la gara: il qb americano di Uta s’infortuna al torace dopo un colpo subìto e deve lasciare il campo. Fa il suo debutto così al piano di sopra Aldo Fiordoro. La sua intesa, vecchia di anni, con Matteo Spada fa il resto: il regista italiano lo mette in ritmo mandandolo a segno prima per il pareggio a 57” dalla fine del primo quarto (13-13), quindi all’inizio del 2° periodo per il vantaggio (20-13). La squadra di casa si esalta, la difesa tiene e non consente più niente ai Grizzlies, così stavolta tocca a Frazzetto metterci la firma con una bella ricezione a 10 yards dall’end-zone, dove penetra con un’eccellente finta per depositare la palla del 26-13.

Si va all’intervallo in un clima di esaltazione che produce un piccolo rilassamento e costa la segnatura ospite nel terzo quarto col qb Watkins che sorprende la difesa con una corsa. Ma poi nell’ultimo quarto lo spettacolare intercetto di Kendall, autore di un’altra grande prestazione, cancella le residue speranze dei Grizzlies. Ora la pausa: “Che sfrutteremo per recuperare i nostri infortunati e affinare la nostra intesa” promette Sclafani. Ma lavorare sodo con in bocca il dolce sapore della prima vittoria sarà un piacere.

L’ufficio stampa

 

UTA 32 Vipers 6

13164198_10206562265439927_3157696846263910787_n

Ancora un successo per i ragazzi di Uta che fanno valere la loro superiorità contro i Vipers Modena. A due giornate dalla fine della stagione regolare, basta una vittoria per accedere direttamente ai quarti di finale playoff saltando gli ottavi, le cosiddette wild-card, sempre insidiose. I Ranocchi UTA hanno sparato tutte le cartucce nel primo tempo, scoppiettante e grintoso. Apre un field-goal di Spada, quindi va a segno Gualandi. Allarga il vantaggio il solito Angeloni (16-0), poi arriva un altro field-goal di Spada con in campo lo Special Team, quindi Angeloni si ripete fissando sul tabellone il 26-0.

13131167_10208850427968613_2825133464443840_o

Le ‘vipere’ non ci stanno, vogliono almeno il punto della bandiera che arriva con un lancio di circa 60 yards del quarterback modenese. Uta però reagisce subito, con Fiordoro che sigla uno spettacolare td saltando in volo la difesa per il 32-6. Nella ripresa il punteggio non subirà variazioni e coach Sclafani, nonostante sia soddisfatto del ruolino di marcia (6 vittorie e 0 sconfitte) striglia la truppa: “Non va bene pensare che tanto possiamo vincere anche senza spingere sull’acceleratore, perché nei playoff non sarà così. E io invece voglio che la mia squadra sia pronta per la fase decisiva dove vogliamo andare a prenderci il nostro premio”. Intanto si preparano per la sfida di Bologna di sabato prossimo.

L’ufficio stampa

 

Ranocchi UTA senza freni: 47-0 ai Chiefs

Poker. I Ranocchi Uta chiudono imbattuti il girone di andata sbancando anche il campo dei Chiefs Ravenna per 47-0 e lasciando a secco l’attacco di casa. Angeloni e compagni ci tenevano a dimostrare continuità come richiesto alla vigilia da coach Sclafani che, vista la superiorità in questi match di regular-season, non vuole correre il rischio di arrivare scarichi ai playoff. La difesa, nonostante l’assenza del veterano Piermaria, non ha concesso nulla e si sono registrati anche tre intercetti, uno di Civinelli e due di Abbondanza. Mentre l’attacco ha girato alla grande.

 

Il qb Fiordoro ha sfruttato i punti deboli dei ravennati colpendo ripetutamente i suoi ricevitori. Il primo td degli uta è arrivato per mano di Max Catellani che al primo drive viola l’area di meta dei Chiefs. Quindi due bei td di Frazzetto su lancio chiudono il primo quarto sul 20-0. Nel secondo quarto un altro td-pass di Fiordoro su Gualandi allarga la forbice (27-0). Uta mantiene la concentrazione anche nel 2° tempo. Segna Fiordoro su corsa, poi Spada segna due volte su lancio, sfruttando le sue incredibili doti di velocista. Infine Gualandi fissa il definitivo 47-0 e c’è spazio anche per le seconde linee. Prossimo appuntamento domenica 24 aprile a Pisa contro gli Storms, per la prima del girone di ritorno.

62 a 0 ai Vipers Modena procede la cavalcata degli UTA

Secco 62 a 0 sui Vipers Modena, ascolta le interviste post partita

Seconda giornata per il campionato di A2 di Football Americano che ha visto la seconda e netta vittoria degli Uta (unione delle franchigie dei Titans Forlì e degli Angels Pesaro). Nella prima giornata, infatti, sul campo di Forlì gli Uta si erano presentati con una splendida vittoria contro Storms Pisa, bissata in trasferta sul campo di Modena dove si sono imposti con lo schiacciante punteggio di 62 a 0. A conferma del fatto che questa unione sta portando fin da subito i frutti sperati, con una linea difensiva che da due giornate non subisce ancora nessuna segnatura, e con un attacco in grande spolvero che sta rodando al meglio i meccanismi di questa fusione.

12802817_10208106957059184_4651928568622123444_n

L’obiettivo dichiarato dal Presidente Fabio Fiordoro è sicuramente quello di arrivare a giocare la finalissima per salire di categoria, che si disputerà nel vicino stadio Manuzzi di Cesena, mentre a dare conferma che i ragazzi, allenamento dopo allenamento, sia sul campo di Forlì che di Pesaro, si stanno trovando alla perfezione nonostante i sacrifici delle continue trasferte, sono due veterani come Matteo Spada dei Titans e Alessandro Angeloni degli Angels. I due hanno dichiarato che, dopo anni di sfide come rivali sul terreno di gioco, gli Uta ora traggono la loro forza da una grande carica emotiva e compensazione che esprimono in campo. Campo che, oltre vederli vincere nettamente in queste prime due gare, ha ridato loro anche tanto entusiasmo e la consapevolezza di poter costruire quest’anno qualcosa di grande.

Per il prossimo test non si dovrà aspettare tanto, infatti, proprio domenica pomeriggio gli Uta, questa volta sul terreno di Pesaro, affronteranno Bologna per la terza gara della divisione.

Ascolta le interviste post partita di sport magazine

Vietato mancare!

articolo di  Danilo Billi via pesaronotizie.com

Foto di Sofia Tampellini

Vittoria 32-0 sugli Storm Pisa grande esordio per gli UTA

Un uragano si è abbattuto su Pisa. Si chiama Uta, l’unione fra Angels e Titans che ha dato vita ad una nuova realtà nel football americano.

E’ finita con una vittoria 32-0 sugli Storm Pisa, una partita senza discussioni, netta la superiorità sia in difesa che in attacco da parte degli uomini di coach Sclafani, che in poco più di due mesi è riuscito a compattare due spogliatoi in maniera eccellente. Tanto pubblico sulle tribune dello stadio di San Martino, compresi alcuni osservatori delle prossime avversarie di Uta, a caccia di informazioni su un team che fino a ieri era ancora tutto da scoprire.

 

vittoria 32-0 sugli Storm Pisa

“Ha funzionato tutto bene, sia il gioco aereo che la corsa – ammette Frank Fabbri, presidente degli Angels -. I pesaresi? Sono andati bene, ma ormai non importa più di che formazione facevano parte prima i singoli giocatori, siamo una nuova squadra e siamo già molto temibili”. Bel gesto, poi, da parte di tutti i ragazzi, che sono scesi in campo col il numero 22 sul casco, il numero che era di Giancarlo Russo “un grande giocatore – ricorda Fabbri -, ma soprattutto un grande amico che non c’è più”.

Buona la prima, insomma, e ora anche Pesaro aspetta di scoprire come gioca Uta: bisognerà pazientare fino al 13 marzo.

 

Ascolta anche le interviste su Sport Magazine di Radio Antenna 3 relative alla vittoria 32-0 sugli Storm Pisa

di Elisabetta Ferri, ufficio stampa UTA

Angels ancora vittoriosi: vittoria sui Titans 32-13

Angels ancora vittoriosi

Tris di successi per gli Angels ancora vittoriosi che fanno fuori anche i Titans in una partita dove il predominio é stato netto: 32-13 il finale. Tattica diversa rispetto alle vittorie precedenti visto che Pas era febbricitante, dunque meno corse e più lanci con il qb Terenzi ad innescare Frazzetto. Portano la sua firma il primo e il terzo touch-down, mentre il secondo è una splendida azione di Leonardi che recupera un fumble e s’invola verso l’end-zone. Primo tempo già ben indirizzato, chiuso sul 19-0.

Angels Attacco

Ad inizio ripresa si fa vedere Pas, con una bella corsa che aumenta il divario fra le due contendenti. Sul 26-0 una distrazione della difesa consente a Forlì di siglare i primi punti ma poi Terenzi manda a segno anche Bianchini con un ottimo suggerimento. I Titans limitano i danni agli sgoccioli, ma senza mai impensierire i padroni di casa che nell’ultimo quarto utilizzano tutte le seconde linee. “Abbiamo provato cose nuove – conferma coach Moscatelli – quindi qualche errore ci sta ma sono molto soddisfatto. Anche perchè poter dare spazio a tutti i ragazzi mi consente poi di trovarli pronti quando servirà”. I pesaresi chiudono dunque l’andata a punteggio pieno e aspettano i Neptunes, battuti all’esordio, per continuare la cavalcata.

Angels Difesa

Angels buona la prima

Angels Buona la prima.

Gli Angels sbancano Bologna con una prestazione subito convincente. In un campo reso quasi impraticabile dalla pioggia e dal fango, i Ranocchi Angels sguazzano che è un piacere. In difesa, soprattutto, l’esperienza di Leonardi e Piermaria regala alla squadra una consistenza notevole che blocca l’iniziativa avversaria.

A rompere il ghiaccio è proprio Leonardi che con un guizzo sfrutta il punt dei Neptunes e va in touch-down, completando poi l’opera con la trasformazione: 7-0. Poco dopo un’altra segnatura eccellente, quella del cubano Pas, a raddoppiare le distanze dopo un’irresistibile corsa di 78 yards.

Angels buona la prima

Leonardi infila ancora tra i pali il calcio ed è 14-0. Prima dell’intervallo, la reazione bolognese, con una bellissima ricezione del ricevitore Michaeler che vale il 14-7.

Un secondo tempo di soli Angels

Ma nella ripresa gli Angels sono decisi a non farsi sfuggire la vittoria ed è un gran passaggio del QB Terenzi a mandare a segno Montanari, volto nuovo che arriva da Senigallia. Stavolta la trasformazione è fallita ma il 20-7 stampato sul tabellone rimane invariato sino al fischio finale che regala un quintale di fiducia ai ragazzi di Pippi Moscatelli: “L’esordio di una stagione non è mai facile: c’è da vincere l’emozione del debutto, da verificare la coesione di squadra, da assimilare  i nuovi schemi. Direi che abbiamo fatto bene, soprattutto in difesa, che ha tenuto su la baracca.

Ora aspettiamo gli Hogs Reggio Emilia, che sono scesi dalla serie A1, per verificare quanto valiamo”. In difesa, insieme ai due veterani, da segnalare la buona prova di Raggioli, mentre in attacco oltre a Terenzi e Pas, una segnalazione di merito per Alex Bianchini.

Da notare la presenza sugli spalti di parecchi giocatori dei Titans Romagna, che a causa del rinvio della partita con gli Hogs Reggio Emilia non hanno potuto giocare e hanno scelto di fare un po di “scouting” venendo ad osservare i compagni di girone.

ricezione Alex Bianchini

Angels Buona la prima: La spettacolare ricezione di Alex Bianchini

Grazie ad Andrea Donati per le foto
vedi tutta la gallery