Ranocchi UTA , settimo sigillo

Settimo sigillo per i Ranocchi Uta che, sbancando il campo dei Seahawks Bologna per 14­ a 0, si sono garantiti il diritto a saltare gli ottavi di finale playoff. Non solo: grazie al risultato arrivato da Castelfranco, dove i Saints Padova hanno battuto i Cavaliers, i ragazzi di Sclafani hanno avuto anche la certezza di poter disputare i quarti di finale in casa, naturalmente se la prossima partita con Ravenna rispetti gli abbastanza rosei pronostici.

Ranocchi UTA , settimo sigillo

Il match di Bologna, giocato sabato sera, è cominciato con un’ora di ritardo per un temporale scatenatosi poco prima dell’inizio. A causa dei numerosi fulmini, gli arbitri hanno trattenuto le squadre negli spogliatoi sino alle 22. Ma la lunga attesa non ha distratto gli Uta, entrati in campo con la giusta carica. Tanto che la difesa ha costretto subito i bolognesi ad un fumble che ha regalato palla all’attacco guidato da Fiordoro a poche yard dalla end­zone. Il touch­down è arrivato per mano di Catellani che, seguendo gli ottimi blocchi della linea offensiva, varcava la goal ­line per i primi 6 punti, pochissimi minuti dopo l’inizio.

La difesa, che ha condotto una partita magistrale ­ cogliendo anche due intercetti con Canuti e Abbondanza ­ si ripete al rientro in campo, guidata da Calbucci, altro super veterano, riconquistando l’ovale, che ancora Catellani converte in altri 6 punti. Si va all’intervallo sul 14­ a 0, punteggio che rimarrà inalterato fino al termine, nonostante Catellani sul finale violi l’area di meta bolognese per la terza volta: azione, annullata, però a causa di un fallo.

Un secondo tempo un po’ fiacco, soprattutto per l’attacco che ha sofferto a causa delle pesanti assenze, visto che tre quarti dei ricevitori erano out. Ora coach Sclafani ha due settimane per recuperare tutte le sue pedine in vista del match contro i Chiefs Ravenna che chiuderà la pratica “girone”.

Photo by Sofia Tampellini

L’ufficio stampa