UTA in cerca di riscatto: Domenica contro i Grizziles

Ranocchi UTA ancora in casa, alle 14 al campo scuola

Il calendario concede subito un’altra opportunità casalinga ai Ranocchi UTA per rifarsi. Domenica arrivano i Grizzlies Roma, squadra ben conosciuta perché neo-promossa due anni fa e quindi a lungo avversaria dei pesaresi al piano di sotto. Fra l’altro, nelle fila dei capitolini figura anche un ex, il cubano Ifrain Silot.
“Una squadra giovane ed agguerrita, che su un tessuto italiano veloce e compatto ha inserito due americani ed un cubano – avverte Alessandro Angeloni, offensive assistant coach -. Sarà una battaglia, ma una battaglia alla nostra portata, a patto di evitare gli errori commessi finora, a volte per insicurezza, a volte per inesperienza, fattori che non ti fanno stare concentrato”.


Che cosa finora non ha funzionato e su cosa si deve fare un passo avanti, secondo l’assistant coach di Uta?
“In queste due prime partite credo che ancora paghiamo lo scotto della promozione perché la stragrande maggioranza dei nostri giocatori non ha mai calcato i campi della Ifl. Inoltre, la stagione vincente dell’anno scorso ci ha abituato ad essere la squadra da battere e invece questo atteggiamento psicologico va ribaltato – invita Angeloni -. Eravamo i favoriti, quindi abituati a difenderci, adesso siamo noi a dover attaccare: la cattiveria dev’essere diversa, bisogna abituarsi a soffrire, a lottare e anche a perdere senza avvilirsi. Insomma va ricostruito uno stato mentale perché crediamo che lo spessore tecnico per fare qualcosa di buono ce l’abbiamo”.

L’ufficio stampa

 

Domenica l’esordio in casa con Torino anche in streaming

Si gioca alla 14 al rinnovato camposcuola di via Respighi

Iacovelli e Frazzetto abili e arruolati. Due pedine recuperate per l’esordio casalingo con i Giaguari Torino (camposcuola, ore 14) sono una bella notizia per coach Sclafani alla vigilia di una partita sulla quale i Ranocchi Uta puntano molto dopo il positivo debutto di Parma.
“Alec, che ha un problema alla spalla e Jerry, che si era storto una caviglia, stringeranno i denti. In attacco rientra anche Matteo Spada che – sottolinea il coach – con la sua velocità, insieme a Frazzetto, aprirà maggiormente il campo. Inoltre, senza nulla togliere a Leonardi che contro i Panthers si è dovuto improvvisare, nelle situazioni di calcio Spada è un kicker più allenato. Ci mancherà Abbondanza, uno dei due linebacker che insieme a Piermaria tiene su la difesa, ma confido che chi verrà chiamato dalla panchina si farà trovare pronto. E mi auguro che il reparto faccia il bis della straordinaria prestazione offerta a Parma”.
I Giaguari che avversario sono? “Un avversario ancora indecifrabile. In attacco hanno fatto fatica nella prima gara, ma giocavano contro i Giants Bolzano, che sono fortissimi. Torino ha una difesa fisica e veloce, anche se la linea non è così veloce come quella di Parma. Possiamo sperare di fare la nostra partita e ovviamente vogliamo vincere”.
Gli Uta aspettano anche un bel pubblico sugli spalti di via Respighi, un impianto tirato a lucido dopo il restyling: “Siamo neo-promossi nella massima serie e quindi speriamo che ci sia un po’ di curiosità fra gli sportivi di Pesaro – è l’auspicio di Sclafani -. I nostri ragazzi non sono professionisti e giocare davanti a tanta gente è l’unica gratificazione che hanno, abbiamo bisogno dell’apporto dei tifosi. Loro danno l’anima, venite e non ve ne pentirete”.

Per quelli che invece non potranno essere al campo scuola sarà disponibile anche lo streaming di UTA tv, raggiungbile sul canale youtube e qua sotto.

L’ufficio stampa