Angels: quanta sfortuna a Milano. Angeloni KO, stagione finita.

Un vero peccato il modo in cui si è concluso il match dei Ranocchi Angels a Milano, battuti sul filo di lana dai Daemons per 24-20, dopo aver quasi sempre condotto. Sconfitti probabilmente da una decisione sbagliata di un arbitro che a fine gara, dubbioso sulla decisione presa (convalidato il primo down ai lombardi dopo un intervento di Leonardi), ha chiesto di rivedere il filmato. Troppo tardi, però, per tornare indietro.
E se a 4′ dalla fine i pesaresi stavano sognando, in vantaggio sul 20-17, con Angeloni che volava verso un’altra segnatura, poco dopo erano attorno al loro running-back per consolarlo: placcato duro, Alessandro riportava la frattura del perone. Per lui stagione finita.
“Gli special team hanno fatto ancora una volta un gran lavoro, segnando due dei tre touch-down della nostra squadra. Purtroppo non basta ancora – si rammarica coach Gerbaldi -. Piermaria e Ortiz sono dovuti uscire anzitempo mentre Barberini, Rossini e Romani non sono nemmeno scesi in campo. Insomma non ce ne va una dritta. Ma dobbiamo essere orgogliosi lo stesso del livello che stiamo tenendo: abbiamo fatto esordire altri due ragazzi, Nicolini e Matteo, mentre Terenzi a soli 17 anni tiene botta da titolare in regia da ormai cinque partite. Non arrivano i risultati, ma siamo ugualmente competitivi e ci stiamo costruendo il futuro”.

L’Ufficio stampa
Elisabetta Ferri

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi