UTA al Silverbowl contro i Barbari Roma Nord

Correre per un’intera stagione con un obiettivo e riuscire a centrarlo è una soddisfazione impagabile. Così si può solo immaginare quanto orgoglio ci sia dentro la truppa dei Ranocchi Uta che sabato sera ha sbancato il campo degli Hogs Reggio Emilia in semifinale (30-17 il risultato), conquistando il diritto a giocarsi il Silverbowl che mette in palio la promozione in prima divisione.

silverbowl

L’ultimo avversario che si para davanti al grande sogno saranno i Barbari Roma nord, il campo quello di Cesena, la data il 9 luglio. Con queste informazioni, coach Francesco Sclafani si rimette al lavoro per preparare la sua squadra al giorno più importante: “E’ qui che volevamo arrivare e ci siamo arrivati. Non abbiamo paura di nessuno” dice. Intanto gli Uta possono vantarsi di aver fatto secchi i favoriti Hogs, che non perdevano da 20 gare consecutive.

Silverbowl

Eroe della serata Spada, inarrestabile per la difesa di Reggio Emilia, mentre difesa ha tenuto sotto media il miglior attacco del campionato di A2. Una finale più che meritata.

L’ufficio stampa

ANGELS A VALANGA SUGLI HOGS 46-0

Una valanga sugli Hogs 46-0

Una vittoria eccezionale, forse una delle migliori partite della storia degli Angels in serie A2.

I ragazzi di Pippi Moscatelli distruggono gli Hogs Reggio Emilia, formazione che l’anno scorso militava in serie A e forse non si aspettava che al piano di sotto il livello fosse così alto.

Finisce 46-0 con una prestazione a tutto fondo: l’attacco ha viaggiato alla velocità della luce sulle ali di Pas, autore di ben 5 touch-down mentre la difesa è stata impenetrabile, frustrando i tentativi d’attacco emiliani con continui fumble che hanno esaltato il reparto ben diretto da coach Pietro Ruggeri.

VALANGA SUGLI HOGS 46-0

Con questa intensità non ci ferma nessuno

ha detto coach Pippi Moscatelli alla truppa a fine match. Un impegno affrontato con grandi stimoli ed una concentrazione feroce, sapendo di trovarsi al cospetto di un’avversaria che la stagione scorsa militava al massimo livello.

ANGELS A VALANGA SUGLI HOGS
Ad aprire le danze con una corsa di 30 yards conclusa in touch-down il cubano Pas, recuperato dalla società dopo un anno complicato.

Nel secondo quarto è Frazzetto, altro velocista di razza, a raddoppiare il bottino. Prima dell’intervallo i Ranocchi completano il massacro con altre tre segnature di uno scatenato Pas: il 32-0 con cui si rientra negli spogliatoi racconta con chiarezza che la vittoria ha preso la strada di Pesaro.

angels vs hogs 46-0

Ma gli Angels sono insaziabili, la difesa continua a rubar palla agli Hogs con impressionante aggressività mentre Frazzetto raccoglie al volo in end-zone un lancio di Terenzi che sigla il 39-0. Il suggello è ancora di Pas, che scappa via con la palla per 30 yards completando la valanga sugli Hogs 46-0.

E adesso dovremo alzare il livello – avverte coach Moscatelli perché questo risultato farà parlare e gli avversari avranno ancora più rispetto e timore di noi. Non ci faremo cogliere impreparati”.

L’ufficio stampa

Angels pronti all’esordio casalingo

Angels Pesaro   vs  Hogs Reggio Emilia esordio casalingo Si avvicina l’esordio casalingo  per i Ranocchi Angels che domenica ospitano al camposcuola (ore 14.30) gli Hogs Reggio Emilia. Retrocessi dalla prima divisione, gli emiliani rappresentano un bel banco di prova per la squadra pesarese che ha iniziato la stagione sbancando Bologna.
“Hanno perso alcuni pezzi rimasti nella massima serie, ma l’ossatura rimane quella di una squadra di categoria superiore – dice l’offensive coordinator Alessandro Angeloni -. Gli Hogs sono noti soprattutto per un sistema d’attacco molto particolare che utilizzano solo loro in Italia, con tre corridori che giocano su finte ed incroci. Quando funziona, è molto efficace”. Rinviata la prima partita per un diluvio che aveva reso impraticabile il campo, Reggio deve ancora rompere il ghiaccio: “E questo potrebbe essere un vantaggio per noi. Lo svantaggio è di non averli potuti studiare al video, mentre loro l’hanno fatto con noi”.

Prima giornata: L’impressione del coaching staff è stata buona

Gli Angels, forti della fiducia acquisita nella prima giornata, vogliono fare il colpaccio: “L’impressione del coaching staff è stata buona, anche se il campo pesante non ci ha permesso un gioco veloce. Mentre la difesa, con l’innesto di Leonardi, ha fatto un salto di qualità: lui e Piermaria sono le colonne a cui i giovani fanno riferimento”. Basterà per battere la favorita del girone?

La nuova stagione è alle porte

Sta per iniziale la nuova stagione 2014 di football americano

E’ iniziato il count-down per la nuova stagione del football americano. I Ranocchi Angels, inseriti nel girone C, sono pronti per la loro settima stagione di serie A2. L’esordio è fissato per domenica 2 marzo a Bologna contro i Neptunes, squadra neo-promossa dalla serie B.

una nuova stagione di football per gli Angels Pesaro

“Ma le altre avversarie sono toste perché nel nostro raggruppamento sono stati inseriti gli Hogs Reggio Emilia, team di grande tradizione, appena retrocesso dalla serie A1” sottolinea il presidente Fabbri. A completare il gruppo, una rivale storica, i Titans Forlì. “Siamo facilitati nelle distanze, ma il livello tecnico è molto alto” aggiunge Fabbri. Gli incontri interdivisionali, invece, metteranno i pesaresi di fronte a Grizzlies Roma e Saints Padova. “L’obiettivo di quest’anno è fare ancora un passo avanti perché nel 2013 il nostro cammino, dopo aver rasentato la perfezione, si era poi arenato al primo turno di playoff. Il roster è di qualità, dobbiamo rafforzare l’aspetto mentale”.

L’ossatura della squadra, che fonda le sue speranze sulla crescita esponenziale degli Under 19, è rimasta più o meno la stessa, ma con un ritorno straordinario per la storia degli Angels: quello di Enrico Leonardi, pesarese e capitano della Nazionale azzurra. “Leonardi ha manifestato il desiderio di terminare la carriera nella società che l’ha cresciuto e noi siamo onorati di questa scelta” commenta il suo presidente.

Nel frattempo Enrico si è iscritto allo stage allenatori perché sarà inserito anche nel coaching-staff che vede la conferma di Pippi Moscatelli come capo-allenatore. Mentre per Alessandro Angeloni, che stavolta appende davvero il casco al chiodo per dedicarsi alla carriera di allenatore a tempo pieno, c’è all’orizzonte la chiamata della Nazionale italiana che lo vorrebbe nel suo staff come coordinatore dei running-backs. “Se lo merita” dice Fabbri. Mentre lo storico patròn, Giovanni Ranocchi, conferma la sua sponsorizzazione senza stanchezze di sorta, anzi con l’immutata passione di un tempo.

Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per una stagione da ricordare. Segnatevi sul calendario l’esordio casalingo: 9 marzo al camposcuola di via Respighi contro gli Hogs Reggio Emilia. Subito un test per misurarsi con i migliori.

Articolo by Elisabetta Ferri
Photo by pesaroclick