Campionato 2009

Il Campionato del 2009: la nascita del nuovo Progetto Giovanile

La giovanile 2009 era composta, per quasi la sua totalità, da ragazzi di età compresa tra 15 e 18 anni, che non avevano mai provato questo bellissimo sport ed erano totalmente inesperti, questo ha obbligato la società a non poter iscriversi ad uno dei campionati giovanili organizzati dalla Federazione Nazionale, ai quali vi partecipano squadre con giocatori già molto esperti.Gli Angels hanno optato alla partecipazione dei 5 Men Football Bowl organizzati durante il mese di Novembre con il patrocinio della Federazione nazionale (FIDAF), tali bowl in effetti sono dei tornei veri e propri che si svolgono in una sola giornata, nella quale vengono giocate diverse partite in successione, le squadre vi partecipano a ranghi ridotti, infatti si gioca cinque contro cinque.

La giovanile dei Ranocchi ANGELS 2009
juniores

L’esordio della squadra giovanile è avvenuto il 22 Novembre 2009 a Bresso in provincia di Milano, proprio contro la formazione di casa dei Puma, squadra poco numerosa ma ben rodata e organizzata sia tecnicamente che tatticamente, reduce da 2 tornei giocati in precedenza. Gli Angels hanno pagato immediatamente lo scotto dell’emozione e dell’inesperienza passando subito in svantaggio. Col proseguire della partita hanno iniziato una bella rimonta che però non è servita per conseguire la vittoria. La seconda partita li ha visti prevalere contro la formazione Bolognese dei Warriors, squadra storica del football Italiano. Il 28 Novembre gli Angels hanno partecipato al loro secondo Bowl tenutosi a Reggio Emilia. Hanno incontrato nuovamente i Warriors e nuovamente li hanno sconfitti. Hanno quindi subito una sconfitta di strettissima misura contro i Giants di Bolzano, formazione veramente agguerrita (la cui squadra maggiore si è laureata campione d’Italia), anche in questo caso non è riuscita in pieno la rimonta. Mentre l’ultima partita è stata giocata e vinta dopo ben 2 tempi supplementari contro i Saints di Padova, altra formazione ben rodata. L’esperimento, nel complesso, è da considerarsi pienamente riuscito, considerando il fatto che diversi giocatori si sono dimostrati meritevoli per il successivo inserimento in prima squadra, mentre per gli altri sarà necessaria più esperienza. Tutto fa ben sperare per la giovanile del prossimo anno, la società infatti sarebbe intenzionata ad iscrivere la sua giovanile al campionato nazionale ufficiale, avendo già formato un nucleo di ragazzi validi, motivati, preparati e con molta voglia di allenarsi e di vincere.