Football Americano

Huddle Football americano

 

I principi del Football Americano

Tra i vari sport a cui può capitare di assistere, il Football americano è forse uno dei più incomprensibili per uno spettatore che non lo conosce. La sola cosa sicura è che esistono una palla, e due squadre che difendono due lati contrapposti dei campo.
Il campo è rettangolare con due aree ad ogni estremità chiamate end zone, le due linee che separano il campo dalle rispettive end zone si chiamano goal line, in fondo alle end zone sono posizionate le porte.
Ogni squadra è composta da undici giocatori. Le due squadre (come succede anche nel baseball) hanno a turno il compito di attaccare e di
difendere.
Il Football americano è un gioco di conquista del territorio e la posizione della palla è il testimone del progresso di una squadra.
La squadra che ha il possesso della palla si dice che è in attacco ed utilizza passaggi e corse per avanzare con la palla lungo il campo in una serie di azioni, dette down, fino superare la goal line, entrando nella end zone difesa dagli avversari e segnando un touchdown che vale sei punti.
Naturalmente il compito della squadra in difesa è quello di impedire l’avanzamento degli avversari e di cercare di evitare che questi segnino il touchdown.
Se una squadra in attacco riesce a segnare un touchdown consegnerà la palla agli avversari dandogli la possibilità segnare a loro volta.
Allo stesso tempo, se una squadra in attacco non riesce a guadagnare costantemente e cospicuamente terreno, sarà costretta a cedere la palla agli avversari permettendo loro di attaccare.
Il down, o tentativo d’attacco, inizia con l’azione di snap: ossia quando la palla viene sollevata da terra da un giocatore della squadra d’attacco che la rimette in gioco rendendola viva.
Il down termina coi fischio dell’arbitro che dichiara morta la palla, ciò avviene quando un giocatore in possesso della palla cade o viene buttato a terra dagli avversari (placcato); quando viene spinto fuori dal campo dagli avversari o esce intenzionalmente; quando la palla esce dal campo oppure tocca terra dopo un lancio in avanti.
Gli arbitri, al termine di ogni azione, riposizionano la palla preparandola per l’azione successiva, terminata questa operazione dichiarano che la palla può essere rimessa in gioco tramite un fischio.

regole Football americano

La linea che divide in due parti il campo e su cui viene posizionata la palla dagli arbitri per la partenza di ogni azione, si chiama linea di scrimmage e divide le due squadre prima dell’inizio di ogni azione; infatti prima dello snap nessun giocatore puo trovarsi nel territorio della squadra avversaria.
La squadra che attacca ha a sua disposizione un massimo di quattro down (tentativi) per far avanzare la palla di dieci yards e continuare a mantenere l’iniziativa d’attacco, a tal fine ai bordi dei campo ci sono due addetti con dei segnali uniti da una catena lunga esattamente dieci yards, che serve per misurare l’inizio ed il termine del territorio da guadagnare.
Quando l’attacco riesce a portare la palla al di là del secondo segnale della catena, ma sempre entro i quattro tentativi, si dice che ha chiuso il downe ciò gli dà diritto ad altri quattro tentativi per altre dieci yards (hanno guadagnato un nuovo primo down), la catena viene quindi riposizionata.
Se al contrario dopo il quarto tentativo non sarà stato in grado di guadagnare almeno dieci yards, i ruoli si invertiranno e la palla passerà all’altra squadra che procederà in direzione opposta dallo stesso punto dove è terminata l’ultima azione.
Oltre agli addetti alla catena, ai bordi del campo vi è un terzo addetto, che porta un cartello indicante il numero del down che deve essere giocato e si posiziona esattamente sopra la scrimmage line, ossia all’altezza di dove verrà rimessa in gioco la palla.
Non sempre l’attacco decide di utilizzare il quarto ed ultimo down per guadagnare terreno, se è in buona posizione a volte cerca di segnare tre punti tramite il field goal (calcio piazzato), che consiste nel calciare la palla nella porta facendola passare tra i pali e sopra la traversa.
Dopo il touchdown la squadra che ha segnato ha un’ulteriore azione d’attacco, la trasformazione, che parte dalla linea delle tre yard dalla goal line avversaria; questa azione può essere giocata come una normale azione di attacco (extra point giocato alla mano che vale due punti se realizzato) oppure con un calcio (extra point con un calcio che vale un punto se realizzato) molto simile al field goal.
Il quarto down può essere utilizzato dall’attacco per allontanare la palla e far ripartire gli avversari da una posizione più arretrata, allora effettua un punt o calcio di allontanamento. Esiste un altro modo si segnare dei punti nel football, ossia placcando un attaccante all’interno della sua end zone, quest’azione si chiama safety e vale due punti; il safety è anche l’unico modo di segnare dopo il quale chi ha segnato continua ad avere il possesso della palla.
Anche la difesa ha la possibilità di segnare dei touchdown per la propria squadra, riportando la palla oltre la goal line avversaria dopo avergliela rubata.