62 a 0 ai Vipers Modena procede la cavalcata degli UTA

Secco 62 a 0 sui Vipers Modena, ascolta le interviste post partita

Seconda giornata per il campionato di A2 di Football Americano che ha visto la seconda e netta vittoria degli Uta (unione delle franchigie dei Titans Forlì e degli Angels Pesaro). Nella prima giornata, infatti, sul campo di Forlì gli Uta si erano presentati con una splendida vittoria contro Storms Pisa, bissata in trasferta sul campo di Modena dove si sono imposti con lo schiacciante punteggio di 62 a 0. A conferma del fatto che questa unione sta portando fin da subito i frutti sperati, con una linea difensiva che da due giornate non subisce ancora nessuna segnatura, e con un attacco in grande spolvero che sta rodando al meglio i meccanismi di questa fusione.

12802817_10208106957059184_4651928568622123444_n

L’obiettivo dichiarato dal Presidente Fabio Fiordoro è sicuramente quello di arrivare a giocare la finalissima per salire di categoria, che si disputerà nel vicino stadio Manuzzi di Cesena, mentre a dare conferma che i ragazzi, allenamento dopo allenamento, sia sul campo di Forlì che di Pesaro, si stanno trovando alla perfezione nonostante i sacrifici delle continue trasferte, sono due veterani come Matteo Spada dei Titans e Alessandro Angeloni degli Angels. I due hanno dichiarato che, dopo anni di sfide come rivali sul terreno di gioco, gli Uta ora traggono la loro forza da una grande carica emotiva e compensazione che esprimono in campo. Campo che, oltre vederli vincere nettamente in queste prime due gare, ha ridato loro anche tanto entusiasmo e la consapevolezza di poter costruire quest’anno qualcosa di grande.

Per il prossimo test non si dovrà aspettare tanto, infatti, proprio domenica pomeriggio gli Uta, questa volta sul terreno di Pesaro, affronteranno Bologna per la terza gara della divisione.

Ascolta le interviste post partita di sport magazine

Vietato mancare!

articolo di  Danilo Billi via pesaronotizie.com

Foto di Sofia Tampellini

Vittoria 32-0 sugli Storm Pisa grande esordio per gli UTA

Un uragano si è abbattuto su Pisa. Si chiama Uta, l’unione fra Angels e Titans che ha dato vita ad una nuova realtà nel football americano.

E’ finita con una vittoria 32-0 sugli Storm Pisa, una partita senza discussioni, netta la superiorità sia in difesa che in attacco da parte degli uomini di coach Sclafani, che in poco più di due mesi è riuscito a compattare due spogliatoi in maniera eccellente. Tanto pubblico sulle tribune dello stadio di San Martino, compresi alcuni osservatori delle prossime avversarie di Uta, a caccia di informazioni su un team che fino a ieri era ancora tutto da scoprire.

 

vittoria 32-0 sugli Storm Pisa

“Ha funzionato tutto bene, sia il gioco aereo che la corsa – ammette Frank Fabbri, presidente degli Angels -. I pesaresi? Sono andati bene, ma ormai non importa più di che formazione facevano parte prima i singoli giocatori, siamo una nuova squadra e siamo già molto temibili”. Bel gesto, poi, da parte di tutti i ragazzi, che sono scesi in campo col il numero 22 sul casco, il numero che era di Giancarlo Russo “un grande giocatore – ricorda Fabbri -, ma soprattutto un grande amico che non c’è più”.

Buona la prima, insomma, e ora anche Pesaro aspetta di scoprire come gioca Uta: bisognerà pazientare fino al 13 marzo.

 

Ascolta anche le interviste su Sport Magazine di Radio Antenna 3 relative alla vittoria 32-0 sugli Storm Pisa

di Elisabetta Ferri, ufficio stampa UTA

3 vittorie su 3 partite: dal Flag parte il riscatto degli Angels

E’ appena finita la stagione di II Divisione, una stagione difficile per tanti motivi,  ma i Ranocchi Angels non si fermano, rialzano la testa  e ripartono subito con il campionato nazionale di Flag Open Senior.
La loro prima partecipazione al Bowl interdivisionale nord-est/centro-sud di Bologna di domenica 14 giugno fa capire subito la voglia di riscatto dei pesaresi, che con 3 vittorie su 3 partite disputati si piazzano al primo posto del torneo.

angels flag football 2015
L’avventura della Flag-football, voluta ed avviata lo scorso anno da Giancarlo Russo, scomparso prematuramente nemmeno un mese fa, viene portata avanti da Enrico Leonardi, giocatore ai massimi livelli nazionali, con i Marines di Roma, ed Europei e Mondiali con il Blue Team.

Leonardi, pur con un infortunio al ginocchio, ha ricoperto il ruolo di allenatore e guidato i ragazzi verso questa prima vittoria.
Gli incontri disputati hanno visto prima gli Angels battere i Taz30 di Bologna 40-7, poi strapazzare i debuttanti Ref all in con un perentorio 61-13 e per finire battere anche i fortissimi Raiders di Roma 40 a 26 in un incontro equilibrato e combattuto.
Ottima la prova di tutti i componenti del gruppo: bene l’attacco guidato da Alessandro Angeloni in cabina di regia con Filippo Piermaria, Alberto Giacomini, Iacopo Bertini, Davide Tonucci; difesa molto solida con Lorenzo Fiorentino, Gerardo Frazzetto, Jacopo Terenzi, Daniel Zamfir, Valeriano Santi e Marco D’Innocenzo.

Prossimo appuntamento il 12 luglio ad Ancona.

Angels vs Titans vittoria all’ultimo minuto

vittoria all'ultimo minuto

Vittoria all’ultimo minuto: un touch-down segnato a 29” segna la vittoria degli Angels sui Titans dopo una partita da batticuore. Perché organizzare un’azione d’attacco nel football americano è quasi un compito algebrico. Ma lo staff dei Ranocchi Angels è stato fantastico perché non l’ha mai data su e può esultare per un successo (22-19) che premia la determinazione dei ragazzi pesaresi e la generosità di coach Angeloni, 44 anni a luglio, che decide di scendere in campo per la penuria del reparto runningback, decimato da alcune assenze. Alla fine sarà proprio il coach, fresco di nomina, a segnare la meta decisiva su un passaggio molto intelligente di Frazzetto (in foto) che lo pesca con una specie di lob superando la difesa forlivese. Carlini mette il sigillo con la trasformazione e in pochi secondi si passa dal rischio di una sconfitta amara ad una vittoria che regala un’adrenalina pazzesca. La gioia degli Angels esplode fragorosa al fischio finale che sancisce il successo sui rivali di sempre in quello che è diventato ormai il più classico dei derby.

Ascolta il commento post partita del nuovo head coach Alessandro Ageloni

Bravo Jerry Frazzetto, a suo agio nei nuovi panni di quarterback, col 100% di lanci completati, interessante il nuovo ruolo di Jacopo Terenzi in difesa. Eppure era cominciata col piede storto: dopo un primo quarto di studio, ad aprire le marcature sono proprio i Titans con un lungo lancio e la successiva trasformazione che fissa il punteggio sul 7-0. Dopo soli 2′, però, i Ranocchi rimettono le cose a posto: lancio di Frazzetto che pesca Bianchini, Alex corre per 67 yards prima di depositare la palla in end-zone. Poi Terenzi rimedia ad un errore di posizionamento della palla e decide di correre per la trasformazione da due punti. Risultato ribaltato: 8-7. Prima di tornare negli spogliatoi, Ale Angeloni firma il primo dei suoi touch-down, Carlini trasforma e si va al riposo sul 15-7. L’inizio di ripresa, però, ribalta di nuovo la situazione a favore di Forlì che trova un varco nella mischia per accorciare le distanze (15-13) e poi copre un fumble che rimanda a sedere in un attimo l’attacco di casa. Sono momenti di grande sofferenza per i Ranocchi, mentre i Titans vanno ancora a segno con una corsa centrale evitando i placcaggi, la trasformazione però non va e il terzo quarto su chiude sul 15-19. C’è ancora tempo per provare a vincerla ma Frazzetto viene stoppato ai limiti dell’end-zone per un fallo dei suoi compagni, quindi Angeloni recupera miracolosamente un pallone rotolato a terra. Poi, quando sembra finita, Frazzetto pesca il suo allenatore per il touch-down vincente. Carlini trasforma e congela la vittoria. Infine la difesa tira giù la serranda nonostante l’antisportivo chiamato a Piermaria faccia correre ancora qualche brivido sulla schiena. E poi esplode la gioia.

Intervista audio a cura di Elisabetta Ferri

47 a 0 sui Titans, gli Angels chiudonola regular season con un 6-0

C’era un solo modo per chiudere la stagione regolare nel migliore dei modi, ed era confermarsi in casa con un 47 a 0 sui Titans Romagna, squadra già affrontata e battuta ma che comunque ha rafforzato il gioco aereo diventando molto pericolosa con lanci profondi.

Ma i giovani Ranocchi Angels si sono ancora una volta imposti sul campo sia in attacco che in difesa, portando il bottino stagionale al massimo, con 6 vittorie e 0 sconfitte.

47 a 0 sui Titans

In questa partita c’è spazio per tutti: incrementa yard e segnature totali Maltoni, che segna 3 dei 7 touchdown. Primo TD anche per Felici, unico ricevitore ancora a secco che trova i suoi primi punti della carriera. Ottimi anche i TD di Toni, con una ricezione di 50 yard su lancio perfetto di Zamfir e Marinelli.

La difesa non subisce punti e, anzi, continua a farne, dimostrando che non sono solo spettatori di un attacco in gran forma. Una safety di Valentini e un punt bloccato e riportato in touchdown da Raggioli sono le segnature dei giovani difensori.

Si va ai playoff a punteggio pieno, quindi, e giocando in casa. Il fattore campo favorevole consentirà a tutti gli appassionati di poter godere ancora delle prestazioni della squadra pesarese, con un avversario ancora da stabilire in base al ranking del campionato.

Gli allenatori sono più che soddisfatti, anche perché le statistiche parlano chiaro:

318 i punti segnati in totale
20 punti subiti
27 i punti segnati dalla sola difesa
+ 298 la differenza punti

Ora gli allenamenti continueranno con la testa ai Playoff che, come sappiamo, sono storia a parte. “Chi sbaglia esce, non c’è una seconda possibilità!” sottolinea a fine partita coach Moscatelli.

E gli Angels sono pronti a giocarsela al massimo fino alla fine!!

Quinta vittoria di fila per gli Angels: 51 a 0 sui Crabs

Quinta vittoria di fila per gli Angels: 51 a 0, era un copione già scritto quelli che è andato in scena ieri a Pescara, i Crabs già sconfitti durante il girone di andata sapevano di non avere tante possibilità contro gli Angels che stanno dominando in maniera incontrastata il girone, ma la compagine abruzzese ha affrontato con coraggio la partita nonostante gli infortuni abbiano costretto i Crabs a giocare sotto organico.

Quinta vittoria di fila per gli Angels

La mercy rule ( regola per la quale quando c’è molto divario di punteggio tra le squadre il cronometro della partita non viene fermato) è scattata in anticipo rispetto ai normali 35 punti di differenza perché dopo un duro placcaggio della difesa pesarese il Quarterback dei Crabs ha dovuto lasciare il campo per ricevere cure mediche alla spalla ed i Crabs si sono trovati con meno di 14 giocatori disponibili, a questo punto il regolamento impone la mercy rule per evitare il più possibile infortuni.

La partita è continuata con gli Angels sempre in pieno controllo del campo, i coordinatori dell’attacco pesarese hanno lavorato molto sul gioco aereo e, con il risultato ben saldo in cassaforte, si è potuto rodare ancor meglio visto che quello di corsa è risultato fino a quest’oggi impeccabile.

bgPic1141023-25367-tsry52

Non è servita purtroppo la mercy rule a tutelare gli Angels dagli infortuni e durante il terzo quarto il ricevitore Bianchini, che fino ad oggi si è mantenuto tra i migliori del campionato con numeri da record, ha riportato un infortunio alla caviglia del quale ancora non si conoscono i tempi di recupero, purtroppo sono cose che capitano nel football, un augurio al nostro Alex di pronta guarigione da parte di tutti  gli Angels.

Anche se ormai la classifica del girone è più che definita per gli Angels rimane alta l’attenzione, domenica prossima si gioca in casa l’ultima partita di regular season coi Titans Romagna e tutti i punti a tabellone sono importanti, i giovani Angels hanno la seria possibilità di saltare la wildcard e giocare direttamente i playoff in casa, inoltre, come ci hanno insegnato le stagioni passate, durante i playoff il livello di gioco si alza, si ha la possibilità di giocare con le migliori squadre d’Italia e quest’anno gli Angels non vogliono arrivare impreparati a questo fondamentale appuntamento.

Ci si vede tutti domenica prossima, 30 novembre alle 14:o0 al Campo Scuola di via Respighi per l’ultima di regular season  Angels vs Titans, come sempre ingresso gratuito.

Vittoria secca per gli Angels ma grande la partita coi Dolphins

42 a 7: vittoria secca per gli Angels, anche questa settimana il tabellone si commenta da solo ma sono state grandi le emozioni che domenica ci ha regalato Dolphins vs Angles, ed anche se un successo del genere è meritatissimo per i giovani Angels forse il tabellone come fredda cronaca non rende giustizia ad una partita giocata con massima intensità da entrambe le squadre.

Vittoria secca per gli Angels

 

I giovani Angels di coach Moscatelli, ma mai come ieri anche di coach Ruggeri per la difesa e dei coach Angeloni per l’attacco, semplicemente non hanno sbagliato niente e, nonostante una partita impostata come intensissma  fin dal primo minuto dai Dolphins, qualche acciacco fisico che ha portato il runningback Maltoni a giocare tutta la partita con problemi alla gamba, il QB Zamfir a stare in cabina di regia con un po di influenza e la colonna portante della difesa Garofalo dover lasciare il campo per accertamenti medici, hanno sempre contenuto i dorici e segnato con regolarità.

Grande cuore dimostrato da tutti quelli che hanno dovuto giocare in doppio ruolo e non hanno mai mollato un centimetro tenendo il risultato sul 42 a 0 fino agli ultimi secondi, ma altrettanto grande il cuore del giovane Quarterback Anconetano che nell’ultima azione è riuscito a segnare l’unico touchdown Dolphins, trasformando a tempo scaduto. Un’esemplare dimostrazione di carattere e di come, nonostante una partita ormai conclusa,  si possa tenere alto il livello di gioco fino all’ultimo secondo, altro che garbage time.

La settimana prossima il girone ha in serbo un’altra trasferta per gli Angels, questa volta il casa Titans, che fino adesso hanno sofferto lo status di matricole del girone ma domenica hanno vinto 19 a 14 coi Crabs dimostrando che anche in terra di Romagna le giovanili hanno qualcosa da dire.

Prima trasferta in vista, l’obiettivo di Domenica è Ancona

Gli Angels si preparano a partire per la loro prima trasferta di questo campionato U19, l’obiettivo di Domenica è Ancona per disputare la gara di ritorno coi Dolphins; l’andata è stata a favore dei pesaresi per 44 a 13 e i giovani Angels hanno tutta l’intenzione di replicare.

obiettivo di Domenica è AnconaQualcuno li ha già chiamati primi della classe, ed effettivamente dopo l’eccellente partita coi Crabs Pescara, conclusasi con un 73 a 0 che non lascia spazio a molte discussioni, gli Angels hanno numeri da capogiro, miglior attacco, miglior difesa sulle corse, minor numero di primi down concessi, miglior runningback, miglior ricevitore e seconda miglior di fesa in assoluto di tutto il campionato, ma sono proprio questi numeri che rischiano di dare alla testa di quelli che, anche se veterani del loro campionato, sono pur sempre ragazzi dai 16 ai 19 anni.

Concentrazione ed umiltà dovranno essere le parole d’ordine di Domenica e di tutta la stagione, rimanere con la testa in campo e giocare ogni azione con tutta la voglia di vincere che il coaching staff ha ha trasmesso agli Angels. Pare che ci sarà qualche assenza tra le fila dei Dolphins ma questo non è certo un buon motivo per rilassarsi perché i passi falsi sono sempre dietro l’angolo e dopo due vittorie del genere gli occhi di molti sono fissi sugli Angels.

73 a 0 sui Crabs, grande prova di carattere degli Angels

Partivano come favoriti i giovani Angels questo pomeriggio e forse qualcuno si aspettava in anticipo  una vittoria, ma vincere per 73 a 0 sui Crabs è stata una vera emozione per i ragazzi che hanno messo il cuore in una partita che rischiava di essere presa sottogamba. Ottima prova di concentrazione e carattere da parte di tutti, una difesa come al solito rocciosa che non ha lasciato nessuno spazio alle corse dei Crabs e un attacco che ha dettato il ritmo di tutta la partita segnando al primo drive.

IMG_20141102_133702

Dopo il primo quarto il risultato già cominciava ad essere delineato ed entrambe le squadre hanno optato per il gioco aereo, gli Abruzzesi per capitalizzare qualche primo down e i Pesaresi per affinare il gioco di lancio, visto che quello di corsa si è dimostrato una macchina perfettamente oliata.

73 a 0 sui Crabs

Anche il secondo tempo è stato a senso unico e ha fatto registrare anche tre bei turnover da parte della difesa Angels: due intercetti (Mariotti e Garofalo) e un fumble ricoperto; nota di colore sono i due punti di una trasformazione segnati con una corsa di un uomo di linea (Ascani) prestato per l’occasione al reparto runningback.

IMG_20141102_143306

C’è comunque ancora tanto lavoro da fare, soprattutto negli special team che non sono stati all’altezza di attacco e difesa ed è fondamentale mantenersi concentrati per far si che vittorie del genere non diano alla testa dei giovani Pesaresi.

IMG_20141102_143326

Domenica Angels vs Crabs alle 14 e 30

Domenica seconda partita di campionato per i nostri under 19, alle 14 e 30 al campo scuola Angels vs Crabs.

Angels vs Crabs

Dopo la vittoria per 44 a 13 sui Dolphins gli Angels dovranno scendere in campo con la mentalità giusta e non sottovalutare i giovani abruzzesi che sono reduci da una vittoria con i Titans Romagna e una sconfitta proprio con gli Anconetani Dolphins. Una partita importante  ai fini del girone che i ragazzi di coach Moscatelli devono affrontare con tutta la concentrazione necessaria.

IMG_20141019_164251

L’appuntamento è come sempre al Campo Scuola di via Respighi alle 14 e 30  per una Domenica di festa e di football, come sempre ingresso gratuito!