Ranocchi UTA senza freni: 47-0 ai Chiefs

Poker. I Ranocchi Uta chiudono imbattuti il girone di andata sbancando anche il campo dei Chiefs Ravenna per 47-0 e lasciando a secco l’attacco di casa. Angeloni e compagni ci tenevano a dimostrare continuità come richiesto alla vigilia da coach Sclafani che, vista la superiorità in questi match di regular-season, non vuole correre il rischio di arrivare scarichi ai playoff. La difesa, nonostante l’assenza del veterano Piermaria, non ha concesso nulla e si sono registrati anche tre intercetti, uno di Civinelli e due di Abbondanza. Mentre l’attacco ha girato alla grande.

 

Il qb Fiordoro ha sfruttato i punti deboli dei ravennati colpendo ripetutamente i suoi ricevitori. Il primo td degli uta è arrivato per mano di Max Catellani che al primo drive viola l’area di meta dei Chiefs. Quindi due bei td di Frazzetto su lancio chiudono il primo quarto sul 20-0. Nel secondo quarto un altro td-pass di Fiordoro su Gualandi allarga la forbice (27-0). Uta mantiene la concentrazione anche nel 2° tempo. Segna Fiordoro su corsa, poi Spada segna due volte su lancio, sfruttando le sue incredibili doti di velocista. Infine Gualandi fissa il definitivo 47-0 e c’è spazio anche per le seconde linee. Prossimo appuntamento domenica 24 aprile a Pisa contro gli Storms, per la prima del girone di ritorno.

Tris di vittorie UTA – battuta anche Bologna

E tre. Inarrestabile Uta, che mette al tappeto anche i Seahawks Bologna per 33-7 nel campionato di A2 di football americano. Cade l’imbattibilità della difesa che subisce il primo touch-down stagionale, ma è davvero l’unico neo di una partita dominata nel primo tempo dai padroni di casa e sistemata a dovere nell’ultimo quarto, dopo un terzo periodo un po’ pigro nel quale gli ospiti riescono a sorprendere i ragazzi di coach Sclafani.

Tris di vittorie UTA

Tris di vittorie UTA – battuta anche Bologna

Apre le marcature Frazzetto con un td spettacolare, poi vanno a segno i due veterani pesaresi, Piermaria e Angeloni in una prima parte di gara conclusa senza problemi sul 19-0. Bologna accorcia le distanze, mentre le ultime due segnature di Uta sono di Neri, pescato alla perfezione dai lanci del qb Fiordoro. Ed ora si va verso la prossima trasferta di Ravenna a chiudere l’andata col morale alle stelle.

L’ufficio stampa
Photo By Daniel #9

Domanica l’esordio a Pesaro con i Seahawks Bologna

“Tra noi e Forlì c’era una rivalità sana, dura, che però non è mai stata scorretta: ecco perché è stato facile passare dall’essere rivali a diventare compagni, fra noi esistevano già stima e rispetto e il piacere di giocare insieme è tanto”. Così Alessandro Angeloni, veterano pesarese, ha sintetizzato durante la presentazione ufficiale in Comune com’è nata UTA, l’unione nel football americano fra Titans e Angels, che ha già dato frutti interessanti nelle prime giornate di campionato di A2: due roboanti vittorie contro Storm Pisa e Vipers Modena. E domenica, finalmente, l’ esordio a Pesaro con i Seahawks Bologna al camposcuola di via Respighi ore 14,30.

presidenti

In conferenza stampa i due presidenti dei club che hanno deciso questa “collaborazione e non fusione” ha precisato Fabbri perché i settori giovanili dei due club restano distinti, hanno precisato le loro ragioni. “Ho sempre ammirato Pesaro per alcuni aspetti della sua gestione, qui hanno anche un grande appoggio dal Comune che a Forlì manca – riconosce il presidente dei Titans, Fabio Fiordoro -. Così ho pensato che questo progetto poteva essere una opportunità nuova per i miei ragazzi: unendo le forze, possiamo contare su una decina di giocatori da Nazionale e questo non ha fatto altro che alzare il livello e gli stimoli per tutti gli altri”.

1173591_627656250718122_2550972790573560743_n

Pietro Ruggeri, coordinatore della difesa e il suo assistente Francesco Ghirotti confermano : “Oggi abbiamo una squadra più completa e competitiva in tutti i ruoli”. Ringraziati gli sponsor Ranocchi e Gls, al fianco di Fabbri da dieci anni, gli anni esatti della sua presidenza, Frank non ha paura di dichiarare che “l’unico obiettivo che abbiamo è il Superbowl che concede la promozione in serie A e che, fra l’altro, si giocherà a Cesena, con grossa possibilità di affluenza delle nostre tifoserie”. L’assessore allo sport del Comune di Pesaro, Mila Della Dora, incassa i complimenti e benedice il progetto: “I due presidenti hanno dimostrato grande intelligenza, perché invece di guardare al proprio orticello hanno allargato l’orizzonte e così aumentato le ambizioni: un esempio per chi, volendo mantenere la propria società a tutti i costi, magari fa scelte sbagliate”.

L’ufficio stampa

62 a 0 ai Vipers Modena procede la cavalcata degli UTA

Secco 62 a 0 sui Vipers Modena, ascolta le interviste post partita

Seconda giornata per il campionato di A2 di Football Americano che ha visto la seconda e netta vittoria degli Uta (unione delle franchigie dei Titans Forlì e degli Angels Pesaro). Nella prima giornata, infatti, sul campo di Forlì gli Uta si erano presentati con una splendida vittoria contro Storms Pisa, bissata in trasferta sul campo di Modena dove si sono imposti con lo schiacciante punteggio di 62 a 0. A conferma del fatto che questa unione sta portando fin da subito i frutti sperati, con una linea difensiva che da due giornate non subisce ancora nessuna segnatura, e con un attacco in grande spolvero che sta rodando al meglio i meccanismi di questa fusione.

12802817_10208106957059184_4651928568622123444_n

L’obiettivo dichiarato dal Presidente Fabio Fiordoro è sicuramente quello di arrivare a giocare la finalissima per salire di categoria, che si disputerà nel vicino stadio Manuzzi di Cesena, mentre a dare conferma che i ragazzi, allenamento dopo allenamento, sia sul campo di Forlì che di Pesaro, si stanno trovando alla perfezione nonostante i sacrifici delle continue trasferte, sono due veterani come Matteo Spada dei Titans e Alessandro Angeloni degli Angels. I due hanno dichiarato che, dopo anni di sfide come rivali sul terreno di gioco, gli Uta ora traggono la loro forza da una grande carica emotiva e compensazione che esprimono in campo. Campo che, oltre vederli vincere nettamente in queste prime due gare, ha ridato loro anche tanto entusiasmo e la consapevolezza di poter costruire quest’anno qualcosa di grande.

Per il prossimo test non si dovrà aspettare tanto, infatti, proprio domenica pomeriggio gli Uta, questa volta sul terreno di Pesaro, affronteranno Bologna per la terza gara della divisione.

Ascolta le interviste post partita di sport magazine

Vietato mancare!

articolo di  Danilo Billi via pesaronotizie.com

Foto di Sofia Tampellini

Vittoria 32-0 sugli Storm Pisa grande esordio per gli UTA

Un uragano si è abbattuto su Pisa. Si chiama Uta, l’unione fra Angels e Titans che ha dato vita ad una nuova realtà nel football americano.

E’ finita con una vittoria 32-0 sugli Storm Pisa, una partita senza discussioni, netta la superiorità sia in difesa che in attacco da parte degli uomini di coach Sclafani, che in poco più di due mesi è riuscito a compattare due spogliatoi in maniera eccellente. Tanto pubblico sulle tribune dello stadio di San Martino, compresi alcuni osservatori delle prossime avversarie di Uta, a caccia di informazioni su un team che fino a ieri era ancora tutto da scoprire.

 

vittoria 32-0 sugli Storm Pisa

“Ha funzionato tutto bene, sia il gioco aereo che la corsa – ammette Frank Fabbri, presidente degli Angels -. I pesaresi? Sono andati bene, ma ormai non importa più di che formazione facevano parte prima i singoli giocatori, siamo una nuova squadra e siamo già molto temibili”. Bel gesto, poi, da parte di tutti i ragazzi, che sono scesi in campo col il numero 22 sul casco, il numero che era di Giancarlo Russo “un grande giocatore – ricorda Fabbri -, ma soprattutto un grande amico che non c’è più”.

Buona la prima, insomma, e ora anche Pesaro aspetta di scoprire come gioca Uta: bisognerà pazientare fino al 13 marzo.

 

Ascolta anche le interviste su Sport Magazine di Radio Antenna 3 relative alla vittoria 32-0 sugli Storm Pisa

di Elisabetta Ferri, ufficio stampa UTA

3 vittorie su 3 partite: dal Flag parte il riscatto degli Angels

E’ appena finita la stagione di II Divisione, una stagione difficile per tanti motivi,  ma i Ranocchi Angels non si fermano, rialzano la testa  e ripartono subito con il campionato nazionale di Flag Open Senior.
La loro prima partecipazione al Bowl interdivisionale nord-est/centro-sud di Bologna di domenica 14 giugno fa capire subito la voglia di riscatto dei pesaresi, che con 3 vittorie su 3 partite disputati si piazzano al primo posto del torneo.

angels flag football 2015
L’avventura della Flag-football, voluta ed avviata lo scorso anno da Giancarlo Russo, scomparso prematuramente nemmeno un mese fa, viene portata avanti da Enrico Leonardi, giocatore ai massimi livelli nazionali, con i Marines di Roma, ed Europei e Mondiali con il Blue Team.

Leonardi, pur con un infortunio al ginocchio, ha ricoperto il ruolo di allenatore e guidato i ragazzi verso questa prima vittoria.
Gli incontri disputati hanno visto prima gli Angels battere i Taz30 di Bologna 40-7, poi strapazzare i debuttanti Ref all in con un perentorio 61-13 e per finire battere anche i fortissimi Raiders di Roma 40 a 26 in un incontro equilibrato e combattuto.
Ottima la prova di tutti i componenti del gruppo: bene l’attacco guidato da Alessandro Angeloni in cabina di regia con Filippo Piermaria, Alberto Giacomini, Iacopo Bertini, Davide Tonucci; difesa molto solida con Lorenzo Fiorentino, Gerardo Frazzetto, Jacopo Terenzi, Daniel Zamfir, Valeriano Santi e Marco D’Innocenzo.

Prossimo appuntamento il 12 luglio ad Ancona.

Angels vs Titans vittoria all’ultimo minuto

vittoria all'ultimo minuto

Vittoria all’ultimo minuto: un touch-down segnato a 29” segna la vittoria degli Angels sui Titans dopo una partita da batticuore. Perché organizzare un’azione d’attacco nel football americano è quasi un compito algebrico. Ma lo staff dei Ranocchi Angels è stato fantastico perché non l’ha mai data su e può esultare per un successo (22-19) che premia la determinazione dei ragazzi pesaresi e la generosità di coach Angeloni, 44 anni a luglio, che decide di scendere in campo per la penuria del reparto runningback, decimato da alcune assenze. Alla fine sarà proprio il coach, fresco di nomina, a segnare la meta decisiva su un passaggio molto intelligente di Frazzetto (in foto) che lo pesca con una specie di lob superando la difesa forlivese. Carlini mette il sigillo con la trasformazione e in pochi secondi si passa dal rischio di una sconfitta amara ad una vittoria che regala un’adrenalina pazzesca. La gioia degli Angels esplode fragorosa al fischio finale che sancisce il successo sui rivali di sempre in quello che è diventato ormai il più classico dei derby.

Ascolta il commento post partita del nuovo head coach Alessandro Ageloni

Bravo Jerry Frazzetto, a suo agio nei nuovi panni di quarterback, col 100% di lanci completati, interessante il nuovo ruolo di Jacopo Terenzi in difesa. Eppure era cominciata col piede storto: dopo un primo quarto di studio, ad aprire le marcature sono proprio i Titans con un lungo lancio e la successiva trasformazione che fissa il punteggio sul 7-0. Dopo soli 2′, però, i Ranocchi rimettono le cose a posto: lancio di Frazzetto che pesca Bianchini, Alex corre per 67 yards prima di depositare la palla in end-zone. Poi Terenzi rimedia ad un errore di posizionamento della palla e decide di correre per la trasformazione da due punti. Risultato ribaltato: 8-7. Prima di tornare negli spogliatoi, Ale Angeloni firma il primo dei suoi touch-down, Carlini trasforma e si va al riposo sul 15-7. L’inizio di ripresa, però, ribalta di nuovo la situazione a favore di Forlì che trova un varco nella mischia per accorciare le distanze (15-13) e poi copre un fumble che rimanda a sedere in un attimo l’attacco di casa. Sono momenti di grande sofferenza per i Ranocchi, mentre i Titans vanno ancora a segno con una corsa centrale evitando i placcaggi, la trasformazione però non va e il terzo quarto su chiude sul 15-19. C’è ancora tempo per provare a vincerla ma Frazzetto viene stoppato ai limiti dell’end-zone per un fallo dei suoi compagni, quindi Angeloni recupera miracolosamente un pallone rotolato a terra. Poi, quando sembra finita, Frazzetto pesca il suo allenatore per il touch-down vincente. Carlini trasforma e congela la vittoria. Infine la difesa tira giù la serranda nonostante l’antisportivo chiamato a Piermaria faccia correre ancora qualche brivido sulla schiena. E poi esplode la gioia.

Intervista audio a cura di Elisabetta Ferri

47 a 0 sui Titans, gli Angels chiudonola regular season con un 6-0

C’era un solo modo per chiudere la stagione regolare nel migliore dei modi, ed era confermarsi in casa con un 47 a 0 sui Titans Romagna, squadra già affrontata e battuta ma che comunque ha rafforzato il gioco aereo diventando molto pericolosa con lanci profondi.

Ma i giovani Ranocchi Angels si sono ancora una volta imposti sul campo sia in attacco che in difesa, portando il bottino stagionale al massimo, con 6 vittorie e 0 sconfitte.

47 a 0 sui Titans

In questa partita c’è spazio per tutti: incrementa yard e segnature totali Maltoni, che segna 3 dei 7 touchdown. Primo TD anche per Felici, unico ricevitore ancora a secco che trova i suoi primi punti della carriera. Ottimi anche i TD di Toni, con una ricezione di 50 yard su lancio perfetto di Zamfir e Marinelli.

La difesa non subisce punti e, anzi, continua a farne, dimostrando che non sono solo spettatori di un attacco in gran forma. Una safety di Valentini e un punt bloccato e riportato in touchdown da Raggioli sono le segnature dei giovani difensori.

Si va ai playoff a punteggio pieno, quindi, e giocando in casa. Il fattore campo favorevole consentirà a tutti gli appassionati di poter godere ancora delle prestazioni della squadra pesarese, con un avversario ancora da stabilire in base al ranking del campionato.

Gli allenatori sono più che soddisfatti, anche perché le statistiche parlano chiaro:

318 i punti segnati in totale
20 punti subiti
27 i punti segnati dalla sola difesa
+ 298 la differenza punti

Ora gli allenamenti continueranno con la testa ai Playoff che, come sappiamo, sono storia a parte. “Chi sbaglia esce, non c’è una seconda possibilità!” sottolinea a fine partita coach Moscatelli.

E gli Angels sono pronti a giocarsela al massimo fino alla fine!!

Quinta vittoria di fila per gli Angels: 51 a 0 sui Crabs

Quinta vittoria di fila per gli Angels: 51 a 0, era un copione già scritto quelli che è andato in scena ieri a Pescara, i Crabs già sconfitti durante il girone di andata sapevano di non avere tante possibilità contro gli Angels che stanno dominando in maniera incontrastata il girone, ma la compagine abruzzese ha affrontato con coraggio la partita nonostante gli infortuni abbiano costretto i Crabs a giocare sotto organico.

Quinta vittoria di fila per gli Angels

La mercy rule ( regola per la quale quando c’è molto divario di punteggio tra le squadre il cronometro della partita non viene fermato) è scattata in anticipo rispetto ai normali 35 punti di differenza perché dopo un duro placcaggio della difesa pesarese il Quarterback dei Crabs ha dovuto lasciare il campo per ricevere cure mediche alla spalla ed i Crabs si sono trovati con meno di 14 giocatori disponibili, a questo punto il regolamento impone la mercy rule per evitare il più possibile infortuni.

La partita è continuata con gli Angels sempre in pieno controllo del campo, i coordinatori dell’attacco pesarese hanno lavorato molto sul gioco aereo e, con il risultato ben saldo in cassaforte, si è potuto rodare ancor meglio visto che quello di corsa è risultato fino a quest’oggi impeccabile.

bgPic1141023-25367-tsry52

Non è servita purtroppo la mercy rule a tutelare gli Angels dagli infortuni e durante il terzo quarto il ricevitore Bianchini, che fino ad oggi si è mantenuto tra i migliori del campionato con numeri da record, ha riportato un infortunio alla caviglia del quale ancora non si conoscono i tempi di recupero, purtroppo sono cose che capitano nel football, un augurio al nostro Alex di pronta guarigione da parte di tutti  gli Angels.

Anche se ormai la classifica del girone è più che definita per gli Angels rimane alta l’attenzione, domenica prossima si gioca in casa l’ultima partita di regular season coi Titans Romagna e tutti i punti a tabellone sono importanti, i giovani Angels hanno la seria possibilità di saltare la wildcard e giocare direttamente i playoff in casa, inoltre, come ci hanno insegnato le stagioni passate, durante i playoff il livello di gioco si alza, si ha la possibilità di giocare con le migliori squadre d’Italia e quest’anno gli Angels non vogliono arrivare impreparati a questo fondamentale appuntamento.

Ci si vede tutti domenica prossima, 30 novembre alle 14:o0 al Campo Scuola di via Respighi per l’ultima di regular season  Angels vs Titans, come sempre ingresso gratuito.