Gironi Lenaf 2013

Sul sito ufficiale della Lenaf sono usciti i gironi per il campionato 2013 [Leggi].

Finalmente, dopo alcuni anni, ai Ranocchi Angels toccano non troppi km di viaggio.

Il girone C è composto da Guelfi (Firenze), Titans Romagna (Forì) e (ben arrivati) Chiefs (Ravenna), saranno partite di andata e ritorno, più due interdivisionali, che saranno per gli Angels, le trasferte più lunghe: Roma (vs Grizzlies) e Castelfranco Veneto (new entry) contro i Cavalier.

Per avere un quadro più completo, ovvero le date degli incontri, occorrerà aspettare la fine di gennaio 2013.

Inizio preparazione atletica Senior Team

Ebbene ci siamo … riprendono gli allenamenti della senior team Ranocchi Angels Pesaro.

Ecco il comunicato di Coach Pippi Moscatelli:
Martedì 20-11-2012, inizierà la preparazione atletica dei Ranocchi Angels 1° squadra in vista del campionato LENAF 2013.
Gli allenamenti si svolgeranno tutti i martedì e venerdì dalle ore 21 alle ore 22,30 al campo Caprilino via Cesena zona Tombaccia.
Chi volesse provare la sensazione e l`emozione che dà questo sport venga a trovarci al campo!!!

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

Per un punto i Ranocchi Angels Pesaro sono fuori dai Play-Off

Partita dall’esito amaro quella di Roma contro i Grizzlies, che vede i Ranocchi Angels under 18 lasciare il campo dopo un’avvincente battaglia contro i romani sotto di un punto 28-27.
Eppure erano partiti bene i ragazzi di coach Pippi Moscatelli sotto una pioggia persistente che ha rallentato il ritmo della partita e smorzato la strategia aerea dei reparti offensivi con l’andare dei minuti e l’aumentare del fango. La partita è stata pure sospesa a causa dei fulmini, unico motivo per cui è possibile sospendere un incontro di football americano vista la presenza di parti metalliche nel casco protettivo.
La partita si apre con una breve fase di studio degli attacchi che mettono in moto gli ingranaggi senza pungere troppo, fino all’intercetto dell’ottimo Cesare Leonardi, autore di una buona prova sia in difesa che in attacco, che riporta la palla in posizione favorevole per il proprio attacco.
Con Nicola Cecchini confermato in cabina di regia, gli Angels non si fanno pregare e lo stesso Cecchini varca l’end zone con una bella azione personale. Con il calcio di Francesco Pucci siamo subito sul 0-7. La reazione dei Grizzlies è rabbiosa ma disordinata. I romani conducono un bel drive, ma la difesa, oggi guidata da Francesco Pucci vista l’assenza del capitano Giovanni Garofalo, messo a letto dall’influenza, riesce a fermare l’attacco avversario e restituire la palla agli Angels. L’attacco pesarese, cavalcando l’inerzia della partita, mette insieme un’altra serie di ottime giocate. Un bel lancio di Cecchini per Emanuele Verni, che dopo la ricezione aggiunge un guadagno extra di parecchie yards, viene annullata per un fallo inesistente. Ma ormai l’attacco è inarrestabile. Subito Cecchini replica con un bel lancio lungo su Alex Bianchini, che si fa perdonare un errore commesso ad inizio gara. Intanto Tommaso Maltoni, che con le sue corse è stato una vera spina nel fianco per le difesa romana, azzecca il buco giusto e segna il secondo touch down per gli Angels. Con il calcio di Pucci il punteggio sale a 0-14.
I Grizzlies si riorganizzano, iniziano a mettere pressione sulla difesa pesarese e dopo un lungo drive accorciano le distanze, 7-14. Qualche errore di troppo mette in condizione l’attacco romano di impossessarsi nuovamente del pallone e andare ancora in meta con una serie di buone azioni pareggiando i conti sul tabellino, 14-14. C’è ancora tempo, gli Angels però accusano la stanchezza, tra infortuni e influenza il roster dei pesaresi è molto corto e molti giocatori sono costretti al “doppio ruolo” giocando sia in attacco che in difesa, commettono un errore e i Grizzlies ne approfittano portandosi, a poco tempo dalla fine del primo tempo, sul 21-14.
A questo punto la partita viene interrotta per fulmini e le squadre vanno a riposo con una manciata di secondi di anticipo.
Il rientro in campo vede gli Angels terminare il tempo rimasto cercando di attaccare, ma ormai la pesante pioggia ha reso il campo molto pesante e la rimonta non riesce.
Si comincia così il secondo tempo con i romani in attacco. Le manovre si fanno più macchinose rallentate dall’acqua e dal fango. Gli Angels sono molto determinati, fermano l’attacco romano e segnano ancora con Maltoni, inarrestabile. 21-21. I romani non ci stanno, spingono e riescono ad eludere la difesa portandosi ancora avanti 28-21. Il quarterback degli Angels Cecchini prende un brutto colpo e rimane a terra. Bianchini prende il suo posto per permettergli di riprendersi. E’ un brutto colpo alla spalla che non gli permette di lanciare con la solita potenza, ma rientra comunque in campo, con la voglia di rifarsi, trasmette la sua determinazione ai suoi compagni che macinano metri su metri, alternando le corse di Maltoni a corti lanci su Bianchini, Leonardi e Verni, fino a sfondare di nuovo la linea romana e mandare il runningback pesarese in touch down. Il calcio viene però stoppato, 28-27.
I ragazzi sul campo continuano ad affrontarsi, ma manca poco tempo alla fine, il punteggio non si muoverà più e sarà quello finale.
“E’ un vero peccato per i nostri ragazzi” sono le parole dell’head coach Pippi Moscatelli, “hanno lottato con molto coraggio e spirito di sacrificio e si sarebbero meritati un posto nei play off, che invece questo risultato ci nega matematicamente. Sapevamo di avere un girone molto difficile, ma non abbiamo certo sfigurato, anzi abbiamo messo in difficoltà squadre molto più blasonate di noi. I ragazzi ci hanno resi molto orgogliosi”.
Anche le parole di Pietro Ruggeri, difensive coordinator, sono di elogio ai ragazzi:”Anche se non siamo riusciti nell’impresa dei play off, siamo cresciuti tantissimo. Abbiamo commesso degli errori come è normale che sia nelle squadre giovanili, ma i ragazzi hanno dimostrato di essere dei veri giocatori di football. Sicuramente quelli che continueranno si toglieranno delle soddisfazioni e costituiranno il futuro degli Angels.”
Andrea Angeloni dice la sua sull’attacco:”Insieme a mio fratello Alessandro abbiamo studiato le strategie per battere la loro difesa ed hanno funzionato. Purtroppo ci vorrebbe più tempo per allenarsi, ma anche così i ragazzi hanno dato una grande prova di carattere. Loro hanno una difesa molto forte, ma il nostro attacco li ha messi in grande difficoltà”
L’ultima parola per Filippo Piermaria, allenatore dei linebaker, fresco di abilitazione ad allenatore:”Questi ragazzi mi hanno fatto emozionare come non mi capitava da tempo. Ho veramente creduto che riuscissero ad agguantare i romani e batterli, tanta era la loro determinazione. Poi lo sport è fatto così, le partite si vincono e si perdono, ma sono sicuro che le vittorie non tarderanno ad arrivare.”
Domenica 18 Novembre al campo Caprilino di via Gagarin a Pesaro alle ore 14 si terrà ANGELS-MARINES, l’ultima partita del girone.

[Ufficio Stampa Ranocchi Angels Pesaro]

Angeli vittoriosi sui Corvi

Una bella prova corale dei Ranocchi Angels spegne le speranze dei Ravens di Imola, che tentano coraggiosamente di opporsi ai pesaresi. Questa volta però i ragazzi di coach Pippi Moscatelli non si fanno sorprendere e portano a casa un risultato che non lascia dubbi: 34-7.

Inizio un po’ incerto della partita che vede i padroni di casa in attacco, guidato da Nicola Cecchini, condurre un bel drive ma ancora un po’ esitante, facendosi fermare dalla difesa di Imola. La difesa degli Angels, allenata da Pietro Ruggeri, fa il suo dovere e ferma immediatamente l’attacco degli ospiti restituendo l’ovale al proprio attacco che questa volta non si fa pregare e dopo una buona serie di corse del runningback Tommaso Maltoni, la palla viene consegnata in mano al ricevitore Cesare Leonardi che si invola in touch down con una bella azione di reverse. Durante la trasformazione un cattivo snap della palla costringe Cecchini ad improvvisare e lanciare per Emanuele Verni che segna 2 punti per gli Angels.
Arriva immediatamente la reazione dei Ravens, che con un big play riescono a sorprendere la difesa, nel suo unico errore della partita, e a segnare con Raffini. Con il calcio addizionale il punteggio si porta sul momentaneo 8-7 per i pesaresi.
La palla passa di nuovo nelle mani dell’attacco di casa che ha ormai preso le misure sulla difesa di Imola, avanza deciso e segna nuovamente con una bella corsa di Maltoni. Francesco Pucci, oggi impiegato come Fullback ed autore di una buona prova, centra i pali e trasforma: 15-7 e termina il primo quarto di gioco.
A questo punto la difesa sale in cattedra e non permetterà più ai Ravens di aggiungere punti al tabellino. E’ stata una buona prova di tutti tra cui si evidenziano Giovanni Garofano, Cesare Leonardi, Emanuele Verni, Luca Vitali, Toni Filippo a cui si aggiungono Michele Ascani, Riccardo Valentini e Luca Bargnesi che hanno chiuso tutti le porte al centro.
L’attacco, dal canto suo, ha condotto la partita con lucidità dando la possibilità a tutti di calcare il terreno di gioco e andando a segno ancora nel 2° quarto con Maltoni, poi ancora nel 3° quarto ancora Maltoni su una corsa strepitosa di 72 yards, ed infine nell’ultimo quarto su un bellissimo lancio di Cecchini per Alex Bianchini, autore anch’egli di un’ottima prova da ricevitore.
Da segnalare anche l’ottima prova della linea d’attacco che ha aperto delle belle autostrade per i runningbacks, Flavio Berni, Michele Ascani, Riccardo Valentini e Emanuele Verni autore anche di alcune belle ricezioni.
“Sono molto contento dei ragazzi, soprattutto del mio reparto preferito, la linea d’attacco” sono le parole dell’head coach Moscatelli, “questi ragazzi stanno crescendo molto bene ed oggi si sono fatti valere, sia in attacco che in difesa”. Molto soddisfatto anche Andrea Angeloni, allenatore dei runningback ed autore, insieme al fratello Alessandro, delle strategie dell’attacco: “Oggi il gioco di corsa ha funzionato a meraviglia e ci dato la tranquillità di lanciare e provare anche qualcosa di nuovo. Abbiamo fatto degli errori e c’è ancora tanto da lavorare, ma siamo sulla buona strada. Devo segnalare anche l’ottimo aiuto sulla side line di Jacopo Terenzi, quarteback della senior, per trovare i punti deboli della difesa avversaria”
Prossimo appuntamento, fondamentale per l’accesso ai play off, domenica 11 novembre a Roma in casa dei Grizzlies sconfitti dai Marines agli overtime 48-40.
“I Ranocchi Angels non sono ancora fuori dai giochi” è l’ultimo commento del presidente Francesco “Frank” Fabbri, “le squadre romane non sono imbattibili, e i ragazzi lo hanno provato nelle partite di andata combattute fino alla fine e perse di poco. La società crede molto nel settore giovanile ed ha investito molto su questi ragazzi che sono il nostro futuro.”

Campionato U18 – Esordio amaro contro i Grizzlies

Esordio amaro degli Angels nel campo di casa.

È stato un battesimo del nuovo campo al Caprilino che lascia gli Angels dell`under 18 con un po` di rammarico quello che si è svolto sabato 20 Ottobre contro i campioni romani dei Grizzlies.

Gli Angels sono partiti troppo spenti perdendo punti importanti all`inizio che, anche con un esaltante seconda parte della gara, non sono riusciti a colmare, anche se sono arrivati a soli 3 punti dagli avversari sul finale.

È stata comunque una bella partita quella per il secondo posto del girone terminata alla fine 33-24 per i romani.

Gli Angels, ancora privi di qualche pedina importante, hanno cominciato la partita ancora un po` addormentati, e sono stati costretti ad inseguire colpo su colpo i touch down dei Grizzlies.

Nel secondo quarto già la squadra reagiva bene e chiudeva il primo tempo sotto di 8 punti.

Nell’intervallo coach Moscatelli dà la carica ai suoi che entrano in campo più determinati. La difesa mette a segno alcune buone giocate, in evidenza il capitano Giovanni Garofalo, Emanuele Verni, Tommaso Maltoni e Cesare Leonardi che con i loro placcaggi hanno fermato l`attacco romano in più di un`occasione. In linea grande lavoro di Erik Valeri, alle sue prime esperienze coadiuvato dal veterano Riccardo Valentini, nonostante la stanchezza del doppio ruolo. Da notare i bei placcaggi del rookie Toni Matteo e il bel fumble recuperato da Cesare Morelli.

L`attacco ha mostrato una maggiore costanza durante la partita rispondendo colpo su colpo alle segnature dei Grizzlies. Purtroppo l`ultimo drive a -3 dai romani che avrebbe potuto segnare il sorpasso definitivo, non riesce all`attacco bianco blu che esce dal campo lasciando la palla agli avversari che poi allungheranno il loro vantaggio a 9 punti con l`ultima segnatura della partita a meno di 2 minuti dalla fine.

Il problema del nostro attacco“, commenta Alessandro Angeloni, Offensive Coordinator, “non sono le prestazioni degli atleti, che sono state invece fenomenali in certi frangenti. Purtroppo è l`inesperienza il nostro più grande nemico, alcuni piccoli errori individuali fanno inceppare i delicati meccanismi dell`attacco, ma i ragazzi hanno la mentalità giusta e sono sicuro che nel girone di ritorno le cose cambieranno, abbiamo dimostrato di poter tenere testa a tutti.

Ottima prova del Quarterback tornato in cabina di regia Nicola Cecchini che ha trovato con i ricevitori delle buone giocate. Tre dei quattro TD segnati dagli Angels vengono da connessioni aeree, la prima con Diego Marinelli, un`altro esordiente autore di una bella ricezione terminata in meta dopo una lunga galoppata, poi è stata la volta di Alex Bianchini che leggermente infortunato ha stretto i denti segnando anch`egli su un lungo lancio. Infine l`ultimo di Emanuele Verni che ha ricevuto una traccia esterna e si è buttato poi in end zone. Il terzo TD è stata una corsa devastante di Tommaso Maltoni che ha tagliato in due la difesa seguendo gli ottimi blocchi della linea d`attacco e del Fullback. “La linea oggi ha alternato buone giocate con errori di assegnamento” le parole di Jacopo Cortesia, assistente per le linee, “all’inizio abbiamo faticato ad adattarci ai loro cambiamenti del fronte difensivo ma quando abbiamo trovato il bandolo della matassa siamo riusciti a bloccarli bene e a correre ottimamente“.

Anche l`altro Running back Daniel Zamfir ha fatto vedere ottime corse ottenendo buoni guadagni.

Purtroppo oggi potevamo vincere“, è il commento dell`head coach “Pippi” Moscatelli, “se fossimo entrati più determinati dall’inizio il risultato sarebbe potuto concludersi a nostro favore. Siamo comunque molto soddisfatti, loro sono un`ottima squadra, vincitori dello scorso anno hanno parecchi bravi giocatori. Inoltre abbiamo visto un grande carattere ed un grande cuore nei nostri ragazzi che hanno reagito e hanno rimontato fino ad arrivare a poter vincere questa partita.

Ora un turno di riposo attende i Ranocchi Angels che metteranno a punto gli schemi per il girone di ritorno che riprenderà domenica 4 novembre alle 14 al campo Caprilino di via Gagarin contro i Ravens di Imola.

U18_Angels_vs_Grizzlies
[foto R. Verni]

Campionato U18 – Esordio casalingo

Giornata 3
Sabato 20 Ott ore 15:00: ANGELS PESARO – GRIZZLIES ROMA

Dopo 2 giornate i Ranocchi Angels si apprestano a disputare la loro prima partita casalinga della stagione 2012: vittoriosi a Imola e sconfitti con onore a Roma (vs Marines).

Si giocherà al campo “Il Caprilino” via Bologna – Pesaro con inizio ore 15:00.

 


Visualizzazione ingrandita della mappa